GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Cerimonia in Municipio, intitolata a Gaetano Colella la sede dei “Nonni vigili”

993

È stata intitolata a Gaetano Colella la sede dei Nonni Vigili di Vieste, in viale Marinai d’Italia. La cerimonia di intitolazione si è tenuta oggi, nel municipio della cittadina garganica. Erano presenti, tra gli altri, oltre alla vedova di Colella, Siponta Vecera, il sindaco, Giuseppe Nobiletti, il consigliere comunale, Petrone (promotore della creazione del gruppo di volontariato), gli assessori Starace e Pecorelli, il presidente e vice presidente del Consiglio comunale, Lapomarda e Del Zompo, la comandante della Polizia Locale, Ciuffreda. Presente, naturalmente, il gruppo dei volontari che costituiscono i Nonni Vigili e il Commissario della Polizia locale di Foggia (nonché ex comandante della Polizia Locale di Vieste), Gaetano Dimauro.

Gaetano Colella, scomparso il 4 giugno di quest’anno, dopo aver combattuto per 20 mesi contro la malattia, era stato il primo nonno ad aver dato la disponibilità a creare il gruppo dei Nonni Vigili di Vieste, dove era nato il 10 febbraio del 1946, ultimo di tre fratelli.

Gaetano era stato da piccolo uno dei chierichetti di don Antonio Spalatro, ed era entrato in seguito nel seminario del Sacro Cuore di Manfredonia, dove aveva frequentato sia le medie che il ginnasio. Dopo aver lasciato il seminario nel 1968, Gaetano si era arruolato nella Guardia di Finanza, continuando gli studi fino a diplomarsi.

Nel 1974 si era congedato per tornare a Vieste e lavorare nell’attività commerciale di prodotti per il mare e la pesca che aveva avviato la sua famiglia. Il suo negozio divenne un vero e proprio punto di riferimento per amanti del mare e della pesca sportiva, con un’attenzione particolare sia al cliente che alla qualità dei prodotti offerti.

Gaetano si era sposato nel 1982 con Sipontina. Dal loro matrimonio sono nati Michele e Feliciana. Quest’ultima lo rese nonno di Gabriele nel 2019, nipotino a cui aveva dedicato la maggior parte del suo tempo.

Sul fronte sociale, Gaetano è stato ufficialmente attivo dal 2003, attraverso una serie di opere caritatevoli con altre persone volenterose insieme alle quali si era prodigato per il sostegno di famiglie bisognose. L’attività con i Nonni Vigili è stata la ciliegina sulla torta del suo impegno per Vieste. Profondamente credente, Gaetano aveva già combattuto un cancro, scoperto nel 2011.

Tutti lo ricorderanno sempre all’uscita degli alunni da scuola, attento e pronto ad accogliere con un sorriso genitori e bimbi lì all’attraversamento pedonale di via Niccolò Tommaseo.

Nel corso della cerimonia, brevi discorsi di commiato da parte del consigliere Petrone, del sindaco, Nobiletti, del presidente del Consiglio comunale, Lapomarda, dell’assessore Starace, e della rappresentante dell’istituto comprensivo, Rodari-Alighieri-Spalatro, Mafrolla. La comandante della polizia locale di Vieste, Ciuffreda, ha donato alla vedova di Gaetano Colella, un bouquet di fiori, mentre il sindaco, a nome della città, ha donato una targa commemorativa.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni