GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Incendi boschivi, approvato progetto GEV per la manutenzione dei tratturi comunali

342

Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura, Dario Carlino, la Giunta comunale ha approvato, con delibera n. 306, in data di ieri, 28 settembre 2021, la proposta di progetto presentata dalle GEV (Guardie Ecologiche Volontarie) Capitanata, relativo alla manutenzione dei tratturi comunali, finalizzata alla lotta agli incendi boschivi.
Il territorio di Vieste è esteso per ha 16.919 di cui, la stragrande maggioranza, sono coperti da boschi che si estendono dalla fascia costiera sino al comprensorio boscato di Rozzo Alto comprendendo pinete, quercete e faggete, con uno degli indici di boscosità, pari a 7,17 tra i più alti della Regione Puglia. La fascia costiera, interessata macchia mediterranea, costituita prevalentemente da pinete di pino d’Aleppo, per la loro natura essendo costituite da essenze botaniche resinose, durante il periodo estivo è fortemente a rischio di incendi boschivi e di interfaccia, con indice di rischio altissimo, pari a 9,787;
La viabilità di servizio contribuisce alla fruibilità collettiva di tale patrimonio ambientale oltre che efficiente mezzo di prevenzione e contrasto agli incendi boschivi.
In tale contesto le Guardie Ecologiche Volontarie (GEV) Capitanata OdV, con cui il Comune di Vieste ha un essere una convenzione per la tutela delle risorse ambientali, hanno presentato una proposta di “un progetto per la prevenzione dei danni al bosco comunale di Vieste da incendi boschivi, calamità naturali e l’utilizzo sicuro e consapevole del territorio”. Tale progetto, articolato su quattro anni, prevede:
1) La tenuta efficiente della viabilità esistente a servizio del patrimonio boschivo mediante interventi di manutenzione ordinaria per renderli e mantenerli fruibili alla collettività e percorribili agli automezzi impegnati nel controllo e vigilanza del territorio e per interventi di prevenzione e spegnimento di incendi boschivi, consistenti nel taglio di arbusti e ramaglie
che invadendo la carreggiata stradale impediscono il transito dei mezzi;
2) La cippatura del materiale vegetale residuato dai tagli e la distribuzione del cippato sul terreno come ammendante;
Per il primo anno, è previstp l’acquisto dei macchinari ed attrezzature per l’esecuzione dei lavori di taglio della vegetazione e cippatura dei residui vegetali e la manutenzione, per 2 km del tratturo loc. Ponte-Perazzeta; per il secondo anno il ripristino del tratturo Costella-Coppa di Seccia e 2 km del tratturo Perazzeta-Tomartusso; per il terzo anno il ripristino di 3,5 km del tratturo Cava San Luca-Monte Chianconcello; per il quarto anno il ripristino di 3,5 km del tratturo Lama le Botti-Valle Coppa.
Il progetto avrà un costo stimato di 44 mila euro, che serviranno a mettere in sicurezza il nostro patrimonio forestale.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni