GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Sbarcati nella notte 35 profughi afghani, tra loro 11 bambini

834

Intercettata la notte scorsa, poco dopo l’una, al largo di Vieste una barca a vela con a bordo 35 migranti, di cui nove donne, 11 minori (e un neonato), tutti di nazionalità afghana. A individuarli una motovedetta della Guardia di Finanza in servizio anticontrabbando lungo la costa del Gargano.

Lo scafo, come detto una imbarcazione a vela battente bandiera bulgara, è stato poi scortato fino al porto di Vieste e fatto attraccare ad un pontile del porto turistico dove i profughi sono sbarcati e momentaneamente fatti sistemare in alcuni locali del porto stesso. Assieme agli uomini della Guardia di Finanza, sono giunti anche i carabinieri della locale Tenenza, Polizia Locale e volontari della protezione civile “Pegaso”. Mentre l’Associazione “Buon Samaritano”, della sede viestana, ha provveduto a fornire indumenti, in particolare per i bambini, pannolini, omogeneizzati, assieme a medicinali. Fatta giungere sul porto anche un’ambulanza del 118 il cui personale ha provveduto a prestare assistenza ai profughi e constatare il loro stato di salute. Attivata dalla Prefettura di Foggia, è giunta anche la Croce rossa del comitato di Sannicandro Garganico.

In mattinata i migranti, dopo il test per il Covid 19, saranno trasferiti in un centro di accoglienza regionale . Gli scafisti sarebbero stati individuati. Sarebbero due ucraini, di 35 e 41 anni, e tratti in arresto. La barca pare si trovasse  al largo del Gargano già da quattro giorni, proveviente da un’isola greca.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni