GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

GARGANO – Un cielo “trapunto” di stelle come nuova opportunità turistica

665

Parte dall’Associazione Gruppo Astrofili Dauni la proposta, rivolta a “Sindaci, amministratori, conterranei, tutti voi”, di trasformare i nostri cieli stellati quale nuova opportunità turistica, oltre che di salvaguardia ambientale.
In tal senso, Nunzio Micale, presidente dell’Associazione, e Paolo Gattillo, dell’Associazione CieloBuio, hanno rivolto un accorato appello ai sindaci del Gargano (ma non solo a loro) perchè si facciano promotori di iniziative atte a ridurre l’inquinamento luminoso e, nello stesso tempo, rendere i nostri cieli quale nuova attrazione turistica per tutto l’anno.
Di seguito, il testo completo dell’appello.

“Gentili Sindaci, amministratori, conterranei, tutti voi,
l’Associazione Gruppo Astrofili Dauni vi invita a visionare la nostra relazione “Linee di protezione contro l’inquinamento luminoso nella Provincia di Foggia” al fine di prendere parte ad una causa comune che porterà nel nostro territorio un nuovo elemento di cui godere, gratuitamente, e trarne profitti: il cielo notturno.
Viviamo in un parco protetto, la cupola celeste che ci sovrasta è parte delle bellezze che la nostra terra ci offre e siamo tenuti, noi tutti, a tutelarlo e proteggerlo.
Abbiamo infatti delle località meravigliose, tra i luoghi più bui del Sud Italia, nelle quali è possibile ancora godere delle meraviglie del cielo, tra i pochi siti ove è possibile ancora osservare le bellezze della Via Lattea.
Un cielo gremito di stelle è una finestra spalancata sull’Universo ed è capace di stupire chiunque, anche le nuove generazioni che cresciute sotto cieli notturni lattescenti non hanno mai visto così tanta meraviglia. Allora perché non lo si utilizza anche come strumento per attrarre turisti?
In questi anni si sta sviluppando il turismo astronomico, una nuova opportunità di incrementare i visitatori che ha spinto le direzioni di alcuni parchi nazionali, come quelli statunitensi ed europei, a dare particolare tutela al loro ben conservato cielo stellato e a valorizzarlo, spingendosi fino a ottenere l’accreditamento come IDSP, ovvero “International Dark Sky Park”.
Turismo quindi non solo d’estate, ma tutto l’anno!
Ma bisogna intervenire subito con delle migliorie che proponiamo al fine di ridurre l’inquinamento luminoso, principale nemico del cielo, e non solo. Le problematiche di questa forma di inquinamento reversibile ha anche effetti negativi sull’ambiente, sull’economia fino alla sicurezza.
Il file PDF scaricabile dal seguente link: https://www.gruppoastrofilidauni.org/inquinamento…
L’associazione Gruppo Astrofili Dauni, operante nella Provincia di Foggia, delegazione territoriale dell’Unione Astrofili Italiani e iscritta all’associazione CieloBuio, vi invita quindi a riflettere su quanto è possibile fare, a disposizione per qualsiasi collaborazione.
Grazie e cieli sereni”.
Nunzio Micale, presidente ass. Gruppo Astrofili Dauni.
Paolo Gattillo, ass. CieloBuio.
Direttivo ass. Gruppo Astrofili Dauni.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni