GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – In arrivo due “case dell’acqua”, al via il bando

Sorgeranno in piazzale Aldo Moro e via Giolitti, Acqua (naturale o frizzante) al costo di 6 centesimi al litro

1.055

Il Comune di Vieste, al fine di fornire un servizio ai suoi cittadini e nel contempo ridurre la produzione di rifiuti derivanti dagli imballaggi in PET dell’ acqua, intende organizzare sul proprio territorio comunale l’installazione di due impianti di filtrazione e distribuzione di acqua microfiltrata naturale e gasata, prelevata dall’acquedotto pubblico. Tali strutture, denominate “Casa dell’acqua” sono finalizzate a soddisfare le esigenze delle famiglie e dei Cittadini in una logica di risparmio economico. A tale scopo l’Amministrazione Comunale di Vieste, con deliberazione n. 36 del 16.02.2018 e successiva del 48 del 02.03.2018, ha dettato gli indirizzi per una manifestazione di interesse finalizzata all’individuazione di operatori interessati alla concessione di suolo pubblico per l’installazione e la gestione, per un periodo di 10 anni, di due impianti di erogatori di acqua microfiltrata naturale e gassata (Casa dell’acqua) da posizionarsi nelle seguenti aree pubbliche:

-P.le A. Moro, angolo via della Repubblica;

-Via Giolitti.

 OGGETTO DELLA CONCESSIONE  – Assegnazione di due concessioni per occupazione permanente di suolo pubblico in aree del territorio comunale, per una superficie massima di mq. 6,00 cadauna, per l’installazione e la gestione di n. 2 strutture amovibili (Case dell’acqua) con non meno di due erogatori, ogni una, per la vendita direttamente al consumatore finale di acqua potabile microfiltrata refrigerata naturale e gasata, prelevata dall’acquedotto pubblico, ad un costo non superiore a:

– Euro 0,06 per ogni litro di acqua naturale

– Euro 0,06 per ogni litro di acqua frizzante

ONERI A CARICO DEL CONCESSIONARIO – Fornitura ed installazione della “casa dell’acqua”, in struttura amovibile completa di sistema di erogazione di acqua microfiltrata refrigerata naturale e gasata; – Spese di gestione delle “Casa dell’acqua”; – Allaccio idrico e costo di prelievo dell’ acqua dalla rete idrica pubblica; – Allaccio elettrico e costo dell’energia elettrica consumata; – Pagamento della tassa di occupazione permanente suolo pubblico (tariffa annua pari a 97,00 €/mq. soggetta ad adeguamento ISTAT annuo ); – Opere accessorie per l’installazione delle “Case dell’acqua”, così come definito nel progetto presentato dal Concessionario; – Gestione del servizio di CO2 alimentare; – Pulizia e manutenzione dell’impianto; – Manutenzione filtri e lampade U.V.; – Piano di autocontrollo H.A.C.C.P.; – Fornitura, installazione e cura dei sistemi di pagamento così come definiti nel progetto presentato dal Concessionario;

ONERI A CARICO DEL CONCEDENTE: – Assegnazione al concessionario dell’area pubblica necessaria per un periodo di n. 10 anni, salvo durata inferiore in caso di mancato utilizzo.

DIVIETO DI CESSIONE E SUBAPPALTO E’ vietata la cessione anche parziale della gestione del servizio nonché il subappalto del medesimo, a qualsiasi titolo e sotto qualunque forma, anche temporanea, senza il preventivo assenso dell’Amministrazione Comunale.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni