GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

E per le vacanze natalizie Gargano batte Salento

134

san-francesco-ripa-tramonto

E’ il Gargano la sorpresa dell’inverno pugliese: gettonatissimo dai turi­sti per le imminenti vacanze di Natale, per ora ha superato in prenotazioni le destinazioni tra­dizionalmente ambite del Salen­to e Valle d’Itria. E si avvicina anche alla meta del sold out, con­quistata per il secondo anno consecutivo da Matera, che nei giorni scorsi è stata consigliata da Lonely Planet tra le dieci mi­gliori scelte di viaggio del Mon­do per il Capodanno. Risultato lusinghiero, ottenuto grazie al connubio tra la location sugge­stiva dei Sassi e le iniziative a iosa che spaziano dal presepe narrante a mostre e concerti. Risul­tato che fa bene anche alla Pu­glia, se è vero che le vicine Alta­mura e Gravina segnano un nu­mero di prenotazioni record ri­spetto agli anni scorsi (92% di posti letto già occupati per il 31 dicembre nella prima e 72% nel­la seconda, secondo Bookinq, il più frequentato portale di pre­notazioni on line), nonostante i prezzi per mangiare e dormire siano notevolmente lievitati proprio sull’onda di Matera Ca­pitale europea della Cultura. A spingere avanti il Gargano, invece, pare sia una politica di prezzi più contenuti, che hanno portato Vieste e Peschici all’88% e 91 % di prenotazioni. Meno esaltante per ora la per­formance di Lecce, che si atte­sta c sempre secondo Booking – sul 28% di prenotazioni per Na­tale e 67% per Capodanno, of­frendo però una disponibilità di strutture e posti letto di gran lunga superiore rispetto a tutte le altre città pugliesi, escluso Bari. E se gli hotel storici, come il Patria Palace e il Risorgimento, segnano già in rosso le camere piene, molti altri sono pronti ad accogliere i turisti. Per la Capitale del barocco – stando a quanto spiega il presidente salentino di Federalberghi Mimmo De San­tis – «è comunque presto per fare previsioni, perché è ormai consolidato il trend delle vacanze decise last minute». Forse anche gettando un occhio alle previsioni meteo, consi­derato che il Salento ha molte lo­calità di mare, che vengono scel­te anche all’ultimo momento in caso di tempo particolarmente clemente. Sulla costa ionica si ri­peteranno anche quest’anno i beach party del Samsara di Gal­lipoli, ma anche i lidi più a nord come Le Dune e Bacino Grande di Porto Cesareo hanno intenzio­ne di accogliere gli ospiti in spiaggia. A Otranto, invece, l’of­ferta punta sulle iniziative nel borgo, con il concerto di Fiorella Mannoia il 30 e l’Alba dei popoli il 31, giorno per cui le strutture sono a un 65% di prenotazioni. Meno rosea la situazione di Bari, come spiega il presidente regionale di Federalberghi Francesco Caizzi: «I numeri di vi­sitatori nel capoluogo sono cala­ti drasticamente già a novem­bre e nel Ponte dell’Immacolata non abbiamo avuto i risultati sperati. Mancano i grandi at­trattori turistici e anche una rea­le sinergia con Matera, che con­senta a Bari di approfittare del suo momento magico». Più contenti invece gli opera­tori della Valle d’Itria, con pre­notazioni che si attestano intor­no al 60% tra Ostuni, Cisterni­no; Fasano, Alberobello e la new entry di Castellana, le cui grotte stanno facendo incetta di visitatori anche grazie agli spettacoli.

(fonte: “La Repubblica” – Edizione di Bari)

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni