GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Accampamenti su spiagge libere, Polizia Locale in azione

143

tende1In questi giorni i controlli saranno particolarmente intensi e saranno estesi a quei fenomeni “frequenti” che compaiono nella notte di San Lorenzo e durano per circa una settimana: “Il campeggio libero abusivo, il bivacco e l’abbandono di rifiuti”.
Purtroppo in Italia non esiste una norma generale che regolamenti il campeggio libero, bensì ogni regione stabilisce autonomamente se e come è possibile effettuare il campeggio libero.
Questa condizione se da un lato è un punto a favore poiché ogni Regione può stabilire in base alle proprie esigenza cosa si può e cosa non si può fare, dall’altro lato può generare confusione nel turista che si reca in un posto e non sa come deve comportarsi. A tal proposito è sempre buona norma informarsi prima di decidere di propria iniziativa di effettuare campeggio libero in un qualsiasi punto.
Nella nostra bellissima Regione Puglia, il caposaldo normativo è dettato dalla Legge Regionale n. 11 del 11.02.1999, poi c’è da tenere sempre in considerazione le Ordinanze emesse dai Sindaci dei Rispettivi Comuni. A Vieste, un comportamento non consentito può costare veramente caro:
Tenere ombrelloni, sedie e sdraio dopo il tramonto del sole e prima dell’alba comporta una sanzione di cui all’articolo 4 lettera L dell’Ordinanza Generale Estiva 2016 n. 51 del 01.07.2016;

Campeggiare in un’area non consentita come previsto dalla Legge Regionale n. 11 del 11.02.1999, comporta una sanzione amministrativa da € 1549.37 a € 4648.11 oltre al sequestro delle attrezzature. Qualora non sia possibile sequestrare le attrezzature perché il mezzo di pernottamento è incorporato alla motrice di trasporto, viene comminata la sola sanzione amministrativa RADDOPPIATA!
Nell’Ordinanza Generale Estiva 2016 di Vieste vengono indicati come comportamenti il bivacco finalizzato al consumo di pasti non veloci nelle piazze, nei parchi, in spiaggia e in tutte le aree provviste di elementi di arredo o spazi verdi destinati alla collettività, il campeggio libero in spiaggia, nei parchi, nelle piazze, nei giardini pubblici, nelle aree pubbliche e aperte al pubblico e nelle aree pedonalizzate.
L’abbandono di rifiuti è un altro comportamento che sarà controllato particolarmente in questi giorni.
La norma principale è il Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152 e probabilmente molti di noi non conoscono le sanzioni previste per comportamenti che possono sembrare “irrilevanti”, per esempio:
Abbandonare rifiuti, comporta una sanzione da € 300,00 ad € 3.000,00 se la violazione è commessa da un cittadino qualsiasi. Se la stessa violazione è commessa da una Ditta ci saranno conseguenze di natura Penale e pertanto più gravi.

Gettare piccoli oggetti come scontrini, gomme da masticare, sul suolo o in acqua comporta una sanzione da € 30,00 ad € 150,00. Se si tratta di mozziconi di sigarette la sanzione è raddoppiata.
Da come si evince da quanto soprascritto è sicuramente più conveniente attenersi scrupolosamente a quanto dettato dalle leggi in materia evitando di commettere infrazioni.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni