GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

La promessa del nuovo presidente Nobiletti: “Sarà una Provincia che parlerà con i territori”

1.114

Già ieri sera, poco prima della mezzanotte, dopo lo spoglio delle schede e la conferma della vittoria, espletate le formalità previste dalla legge elettorale, data lettura del verbale delle operazioni di scrutinio, il sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti, è stato ufficialmente proclamato nuovo presidente della Provincia di Foggia. Gli è stata fatta indossare, quindi, la fascia blu di rappresentanza, con lo stemma dell’Amministrazione provinciale (rappresentata dall’immagine di San Michele Arcangelo), per cui Nobiletti si è ufficialmente insediato.

“Sarà una Provincia che parlerà con i territori, saranno loro a dettare le priorità”, il primo commento del neo presidente che è anche una promessa.

Sofferta la vittoria che si è concretizzata dopo un vantaggio in tre fasce e il testa a testa nei comuni dai 10mila abitanti in su, alle ultime schede di colore verde. Giuseppe Nobiletti, com’è noto, è stato sostenuto dalla coalizione di centrosinistra con il Pd, M5S, civici di Emiliano e Articolo Uno.

L’uscente Nicola Gatta, sindaco di Candela, sostenuto da un centrodestra spaccato, è stato un “avversario temibile”, come ha anche ammesso, nelle ultime ore, il vice presidente della Regione Puglia, il Dem, Raffaele Piemontese, che si è speso per la campagna elettorale dell’amico sindaco di Vieste. Gatta ha perso per uno scarto di 3.122 voti ponderati.

Prima della proclamazione, Nicola Gatta si è congratulato con il suo successore che, a sua volta, si è complimentato con lui.

Nobiletti ha voluto dedicare la vittoria alla madre, Cecilia, scomparsa solo una settimana fa.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni

404