GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

In visita a Vieste l’assessore regionale alla Formazione, Sebastiano Leo

276

L’assessore regionale alla Formazione e Lavoro – Scuola e Università, Sebastiano Leo, è stato in visita a Vieste nei giorni scorsi. La visita, organizzata dall’assessore all’Istruzione, Graziamaria Starace, in collaborazione con i dirigentoi scolastici, ha permesso al rappresentante regionale di poter apprezzare le peculiarità formative, lavorative, scolastiche e turistiche di Vieste.
Al termine della visita, ecco quali sono state le considerazioni tratte dall’assessore Leo:
“La nostra regione è vasta, bellissima e ricca di progetti da conoscere e promuovere. In questo fine settimana sono stato invitato a presenziare a #Vieste ad una serie di incontri. Premetto che la bellezza del luogo vale una visita già da sé, ma tra la serata di ieri e la giornata di oggi ho avuto il piacere di incontrare,
nella scuola media Rodari, il baby sindaco e la sua mini giunta tutta composta da bambini straordinari. Con loro ho dialogato a lungo di politica e diritti. E vi dirò, magari tutte le amministrazioni fossero così lungimiranti!
E poi la visita in ARIF , sede operativa “Mandrione” di Vieste , con il meraviglioso percorso in una antitica segheria.
Infine ho avuto l’onore di partecipare ad un evento, che in questo momento storico colpito dal conflitto tra Russia e Ucraina, assume un aspetto ancora più profondo: Erasmus+. Nell’ambito del progetto, nell’antico e prestigioso Istituto Alberghiero “Mattei” sono stati ospitati trentaquattro tra docenti e studenti di 4 diversi Paesi europei: Grecia, Polonia, Romania e Turchia.
Il Progetto Erasmus+ “No to Violence and Discrimination“, dopo aver attraversato Samsun in Turchia, Tebe in Grecia e Stettino in Polonia, fa tappa a Vieste per affrontare tematiche che vertono sulla prevenzione del bullismo e di ogni forma di violenza e discriminazione sociale, su inclusione, accettazione e accoglienza della diversità nell’unicità di ogni persona.
Io spero che questo progetto sia anche un piccolo seme di dialogo e pace”.

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni