GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Il Comune di Vieste a sostegno di chi soffre di “fibromialgia”

492

Dal 29 aprile scorso,  il Comune di Viste, con delibera di Giunta  n. 110, è tra i comuni che sostengono il progetto “Comuni a sostegno di chi soffre di fibromialgia” il cui scopo è la sensibilizzazione nei confronti di una patologia cronica ed invalidante non riconosciuta dallo Stato Italiano. Il Comune di Vieste, all’interno della propria sede, in corrispondenza dell’ingresso, sosterrà la petizione cartacea varata dall’Associazione di Volontariato CFU – Italia da inviare al Ministero della Salute. Per chi fosse interessato potrà seguire le attività dell’Associazione dal 9 al 12 maggio in diretta streaming dalla pagina facebbok “Fibromialgia News” e dal canale Yuotube Cfu Italia. Il giorno 12 – Giornata Mondiale della Fibromialgia – tutti i comuni italiani aderenti all’iniziativa “Comuni a sostegno di chi soffre di fibromialgia” illumineranno i loro monumenti di viola per abbracciare tutti i malati di fibromialgia con l’auspicio di una guarigione. Il Comune di Vieste non mancherà di illuminare il suo Pizzomunno.

COS’E’ LA FIBROMIALGIA

“La fibromialgia, chiamata anche sindrome fibromialgica, è una malattia comune, che colpisce circa 2 milioni di Italiani, caratterizzata da rigidità e dolore muscolo-scheletrico diffuso. Il dolore ha una origine spesso difficile da individuare: può essere superficiale (cutaneo), muscolare, tendineo, profondo (osseo) e si associa a contrattura muscolare dolorosa. I pazienti fibromialgici presentano specifiche aree simmetriche del corpo molto dolorose alla pressione con le dita (tender points), molto tipiche e che sono assenti nei pazienti affetti da altre patologie reumatiche. Si tratta di una patologia che “colpisce” soprattutto le donne, spesso in età adulta in seguito alla menopausa, ma può colpire anche i giovani.   Spesso colpisce più componenti della famiglia ed è stata dimostrata anche una familiarità della malattia, legata a malfunzionamento dei geni deputati alla sintesi di sostanze che modulano il dolore (come le endorfine, la serotonina, le catecolamine, etc). Ecco perché spesso troviamo affetti da fibromialgia la nonna, la mamma, la nipote”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni