GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Partono i lavori al piazzale Paolo VI, approvato il progetto per l’area mercatale di via Jenner

1.273

Nel mentre hanno preso il via, stamattina, i lavori di rifacimento e riqualificazione del piazzale Paolo VI (a fianco al campo sportivo Riccardo Spina), ancorché contestati da alcuni cittadini (promotori anche di una petizione online) e dal WWF, per via della eliminazione dei pini esistenti, che saranno sostituiti, secondo progetto, da altre specie di alberi, tra cui lecci e carrubi, la Giunta comunale, nella seduta di oggi, con delibera di giunta municipale n. 326, ha adottato, su relazione dell’assessore ai Lavori pubblici, Mariella Pecorelli, il progetto definitivo-esecutivo per la “realizzazione e riqualificazione dell’area mercatale di piazzale Jenner”, di fronte al parcheggio “Manzoni – calcetto”.

L’Amministrazione comunale, dopo aver completato l’acquisizione delle aree di piazzale Manzoni, piazzale Jenner e area a giardini pubblici di via Marconi, parte, quindi, con l’iter per l’ottenimento dei pareri necessari. L’opera sarà finanziata da fondi pubblici con la possibilità di partecipazione di fondi privati.

Com’è noto l’area mercatale in questione, compresa tra via Jenner, viale XXIV Maggio e via Marconi, è caratterizzata dalla presenza di manufatti precari, realizzati in assenza di titolo edilizio, utilizzata per la vendita di prodotti ortofrutticoli e di altri generi alimentari, in particolare durante la stagione estiva. Tale area, allo stato attuale non presenta caratteristiche idonee, sotto il profilo igienico sanitario e del decoro urbano, per lo svolgimento delle suddette attività. Pertanto, l’Amministrazione comunale, così come aveva da tempo programmato, ha ritenuto di dover dare definitiva sistemazione all’area in questione dotandola di tutte le opere necessarie per svolgimento dell’attività mercatale in sicurezza e in modo idoneo sotto l’aspetto igienico e sanitario.

Dopo l’approvazione di oggi del progetto esecutivo, che prevede una spesa complessiva di 870 mila euro, finanziata da fondi pubblici con la possibilità di partecipazione di fondi privati, si provvederà ora alla richiesta dei vari obbligatori pareri agli enti competenti.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni