GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Giovane turista polacco muore in mare, forse colpito da malore

3.764

Un probabile malore improvviso ha causato la morte in mare di un cittadino polacco in vacanza a Vieste. Il grave fatto è accaduto questa mattina, intorno alle 11, sulla spiaggia di San Lorenzo, nello specchio d’acqua antistante la spiaggia libera dei “quattro palazzi”, tra i lidi “La bussola” e “Cristalda” . Secondo quanto è stato possibile ricostruire, da parte delle autorità (indagano la Guardia costiera e i carabinieri), grazie anche alle dichiarazioni di alcuni testimoni, pare che l’uomo, 45 anni, in vacanza a Vieste da un paio di giorni, ospite in un appartamento privato della zona, si sia recato   in spiaggia libera con altri due amici. Tuffatosi da solo in acqua per una bagno, dopo essersi allontanato dalla riva per non molti metri, si sarebbe sentito male, perdendo i sensi.

Della presenza a galla dell’uomo si sono accorti i gestori del vicino lido “Cristalda”, per cui, immediatamente l’assistente bagnanti, Luigi Prencipe, senza esitazione, si è tuffato in mare in soccorso del poveretto. Subito dopo si sono aggiunti altri due assistenti bagnanti a bordo di una moto d’acqua per dare manforte al primo, mentre il padre di Luigi, Michele Prencipe (tra l’altro copresidente dell’Atletico Vieste), allertava il 1530 della Guardia costiera e il 118, oltre che i carabinieri della locale tenenza. Il turista polacco, pur con difficoltà a causa della corrente e delle onde, è stato quindi portato dai tre bagnini a riva dove erano già giunti il medico e gli infermieri del 118 i quali hanno tentato in tutti i modi di rianimare il malcapitato, anche con l’ausilio di un defibrillatore in dotazione. Ma, nonostante gli sforzi, l’uomo non si è più ripreso, forse perché già morto mentre era in mare.

A  riconoscere il turista deceduto è stato, poi, uno degli amici con cui era in spiaggia, in quanto questi non vedendolo più tornare a riva e resosi conto del movimento di persone sulla battigia si è avvicinato e ha identificato il povero bagnante.

Il cadavere è stato poi trasferito nell’obitorio del cimitero comunale a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

 

 

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni