GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Orienteering – I campionati del mondo sul Gargano, Piemontese: “Un risultato storico”

199

Il 22 gennaio 2019 la International Orienteering Federation ha annunciato che l’Italia ospiterà i Campionati Mondiali Master (WMOC) del 2022.

La regione scelta è la Puglia e più precisamente il Gargano. La data indicativa è la seconda settimana di luglio 2022.

Per l’Italia, in particolare per la Puglia e per il Gargano, si tratta di un grande risultato, più volte sfiorato nel corso degli ultimi anni.

Questa mattina presso la presidenza della Regione Puglia è stata presentata l’assegnazione dei Campionati Mondiali Master di Orienteering 2022 che si terranno nei territori del Gargano.

“L’assegnazione dei campionati del mondo alla Puglia di Orienteering del 2020 è un risultato straordinario per tutti noi – ha commentato l’assessore regionale con delega allo Sport Raffaele Piemontese – è un riconoscimento per il lavoro che abbiamo svolto in Puglia in questi anni, un lavoro che ha inteso intrecciare sport e turismo come connubio per la “buona vita”, all’insegna di salute e bellezza. L’Orienteering è la disciplina che meglio può testimoniare il valore di questo connubio e, nel 2022, lo farà nel Gargano, nel pezzo di Puglia con la più alta concentrazione di ricchezze naturali e architettoniche. Un patrimonio che vede le antiche faggete della Foresta Umbra riconosciute recentemente dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità”.

“Vorrei ringraziare tutti coloro che ci hanno dato fiducia – ha continuato Piemontese – la Federazione italiana di Orienteering con il suo commissario straordinario, la Federazione internazionale, il Comitato promotore e, in particolare questa mattina, vorrei ringraziare il Coordinatore Progetto di Candidatura, Gabriele Viale che ha rilevato come la Puglia sia all’avanguardia per quanto riguarda l’impiantistica sportiva”.

I numeri di questa disciplina sono molto elevati perché vi possono partecipare famiglie intere, dal bambino al nonno fino ai 90 anni di età. Non ci sono chilometri fissi da fare in questa disciplina, ma solo percorsi differenti e diversi, l’importante è che tutti abbiano una mappa e una bussola per l’orientamento.

Le competizioni si svolgono in un arco temporale di 7 giorni e richiamano circa 4.000 atleti.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni