GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Dopo anni finalmente sistemata la “strada” della Turati

Primo tratto già percorribile, il secondoi dopo i lavori in corso da parte di Aqp

201

Lavori strada della Fondazione Turati - GarganotvBuone notizie in materia di lavori pubblici a Vieste.

Questa mattina – come annunciato dal sindaco, Giuseppe Nobiletti, e dall’assessore ai LL.PP.,  Maria Pecorelli – sono iniziati, finalmente, i lavori di sistemazione della strada provinciale 53 Bis, meglio conosciuta come “strada della Fondazione Turati“.

Per concomitanti ed importanti lavori da parte di Acquedotto pugliese, la strada verrà rifatta in due fasi: la prima, quella appena iniziata,  e la seconda al termine dei lavori alle condotte idriche.

Il primo tratto, quello che parte dalla Turati e termina al bivio con la strada comunale della Reginella-Istituto Alberghiero, è stata già bitumata e si può percorrere con molta più tranquillità, senza dover ricorrere a gimkane per evitare buche e avallamenti.

Il secondo tratto, come chiarito dal sindaco, sarà sistemato non appena l’Acquedotto pugliese avrà terminato urgenti lavori di ripristino di una conduttura idrica a servizio delle utenze della zona, e non solo.

Si tratta di questioni di giorni, dopodiché tutto il tratto, fino all’incrocio con il lungomare Enrico Mattei, sarà finalmente percorribile su una strada degno di questo nome.

E’ una vicenda che si conclude dopo tanti anni e polemiche (giustificate) a non finire, per l’alta pericolosità della strada in questione.

A tal proposito, il sindaco, Nobiletti, ha inteso rivolgere “un ringraziamento alla Provincia di Foggia, ed in particolare al vicepresidente Rosario Cusmai ed al consigliere Pasquale Russo per aver mantenuto gli impegni presi”.

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni