GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Il Comune di Vieste aderisce all’ Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani

126

anciPotrebbe sembrare strano, e forse lo è, ma il Comune di Vieste non apparteneva, fino ad oggi, all’ Anci, vale a dire l’Associazione nazionale dei Comuni d’Italia, che grande rilievo riveste in ambito di “contrattazione” con il Governo e che si adopera per la migliore gestione amministrativa di città e paesi italiani.
A dire il vero, il Comune di Vieste aveva aderito in anni passati, ma poi, non avendo più versato le quote associative annuali, è stato cancellato dall’elenco dei soci.
Oggi, approvando un’apposita deliberazione, la giunta comunale ha rimediato alla carenza, decidendo di aderire nuovamente alla importante associazione, la cui appartenenza comporta diversi benefici per il Comune.
Nella sua relazione di accompagnamento al deliberato, il sindaco Giuseppe Nobiletti, nell’evidenziare che tra le finalità principali dell’Anci vi sono quelle di promuovere e tutelare le autonomie locali riconosciute dalla Costituzione, ha elencato quali sono le peculiarità dello stesso organismo. L’Anci, infatti, propone di difendere i diritti e gli interessi dei Comuni associati; di promuovere e coordinare lo studio e la soluzione, anche con proposte articolate, di problemi che interessino i Comuni o su richiesta di questi o per propria iniziativa; di intervenire, ove necessario, con propri rappresentanti, in ogni sede nella quale si discutano o si amministrino interessi dei Comuni e che riflettano indirettamente i Comuni; di prestare consulenza e assistenza ai Comuni che richiedano la sua opera, dinanzi alle autorità centrali; di promuovere e incoraggiare iniziative per elevare l’educazione civica dei cittadini e per diffondere la conoscenza delle istituzioni comunali; di studiare e proporre l’adozione di misure per sollecitare la partecipazione dei cittadini alla vita comunale; di esaminare i problemi riguardanti i dipendenti comunali e fissare le direttive di massima, in tale materia, da valere per le determinazioni dei singoli Enti.
Insomma, tutta una serie di importanti prerogative a difesa dei Comuni italiani. Di qui, la decisione di aderire all’organismo associativo nazionale più importante nell’ambito dell’articolata organizzazione dei Comuni italiani, e di provvedere al versamento della relativa quota annuale.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni