GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Polizia locale, ancora sequestri sulle spiagge

112
sequestri polizia municipale vieste
L’autovettura sequestrata

La polizia locale di Vieste comunica:

“La situazione in spiaggia è decisamente migliorata sostengono alcuni amici addetti al salvataggio bagnanti, tuttavia nel corso dei controlli di routine in questi giorni sono stati effettuati ancora sequestri.
La merce sequestrata consiste in teli mare, giocattoli, borse ed anche oggetti recanti marchi contraffatti. Il sequestro è stato esteso anche ad una autovettura Renault.
Soddisfatto il Sindaco, l’Avv. Nobiletti Giuseppe, informato tempestivamente dell’esito delle varie operazioni.
Come mai ci sono ancora abusivi in spiaggia che si ostinano a non voler uscire di scena? La risposta è semplice: perché c’è sempre qualcuno che acquista da loro.
Un gesto apparentemente innocuo come “voler aiutare queste persone a sopravvivere” può rilevarsi invece un “aiuto a finanziare un mercato illegale da paura”, riferiscono dal Comando Polizia Locale di Vieste che ancora una volta invita a non acquistare dagli abusivi in spiaggia. Acquistare da un abusivo non aiuta chi vende e non da alcuna garanzia a chi compra ignaro della triste storia che c’è dietro quel giocattolo o quel capo d’abbigliamento.
Ma come si fa a continuare ad acquistare in spiaggia giocattoli di cui non è garantita la sicurezza? Potrebbe essere utile ricordare a noi stessi che questi giocattoli, molto spesso sono realizzati con prodotti non sicuri per i nostri bambini e talvolta possono disperdere piccoli frammenti che potrebbero generare potenziali situazioni di pericolo, soprattutto nei confronti dei bambini più piccoli e soprattutto in queste giornate di caldo e relax in cui l’attenzione dei genitori si allenta.
Per non parlare dei prodotti tessili, uno dei più colpiti dal commercio abusivo. I capi d’abbigliamento recanti marchi contraffatti, molto spesso sono trattati con sostanze chimiche non idonee al contatto con la cute umana, e possono dare origine a fenomeni allergici o di intossicazione o peggio ancora assorbite a livello cutaneo hanno un effetto cancerogeno.
Credete che collane, anelli e bracciali siano sicuri? Assolutamente no…. Infatti quella bigiotteria venduta in spiaggia, priva di ogni tipo di controllo, molto spesso contiene una percentuale elevatissima di nickel e questo può causare dermatiti o allergie anche molto gravi.
Ancora una volta gli uomini del Comando Polizia Locale di Vieste approfittano per informare sui rischi che si corrono acquistando dagli abusivi in spiaggia. Gli ambulanti in spiaggia, a volte sono in possesso della SCIA (segnalazione certificata inizio attività) per l’esercizio del commercio itinerante su area pubblica di tipo B, tuttavia NON SONO IN POSSESSO DELL’AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PER VENDERE IN SPIAGGIA. IN SPIAGGIA DUNQUE NON VI SONO AMBULANTI AUTORIZZATI, NE’ DI PRODOTTI ALIMENTARI, NE’ DI PRODOTTI NON ALIMENTARI.
Il mercato della contraffazione è tutt’altro che un mercato positivo. Dietro la produzione di scarpe e borse contraffatte si celano storie di sfruttamento di bambini costretti a lavorare tantissime ore per pochi spiccioli. Acquistare merce contraffatta non aiuta questi bambini, aiuta soltanto i loro sfruttatori.
I controlli in spiaggia dureranno per tutta l’estate ininterrottamente, fanno sapere dal Comando Polizia Locale di Vieste.
Segnalate gli abusi al Comando Polizia Locale di Vieste – 0884.708014 – 0884.700088”.

Polizia Locale di Vieste

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni