GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Si scontrano auto e moto, feriti due giovani

257

incidente1Spettacolare incidente stradale questa mattina a Vieste sul lungomare Enrico Mattei, all’altezza del belvedere del Pizzomunno. Una Fiat Panda, guidata da M.F. di Vieste,  e una motocicletta, con a bordo una coppia di giovani,  G.B. e R.V., anche loro di Vieste, si sono scontrate per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri della locale tenenza, intervenuti sul posto per i rilievi di rito.

Nell’impatto la peggio l’hanno avuta i due giovani a bordo della moto, i quali hanno riportato ferite e fratture varie (in particolare il ragazzo che era alla guida della moto), con prognosi non ancora definita. I due giovani, in ogni caso, non sarebbero in pericolo di vita.

incidente3Come detto, le cause dell’incidente sono in fase di accertamento. Pare, in ogni caso, che la Panda, proveniente dal centro abitato, stesse per parcheggiare verso il marciapiede lato mare, di fronte all’hotel Merinum, mentre la moto proveniva dalla parte opposta verso Vieste. L’impatto della moto, sul lato destro della Panda,  sarebbe stato inevitabile.

incidente2A seguito della caduta i due giovani (entrambi regolarmente muniti di casco), si sono procurate le fratture e le altre ferite i varie parti del corpo.  Sul posto sono intervenute, per i primi soccorsi, e per il trasporto dei feriti, l’ambulanza del 118 e quella privata della Cooperativa San Francesco. Dopo le cure presso il Punto di primo intervento della “Coppitella”, i due ragazzi sono stati trasferiti (G.B. con l’eliambulanza) e ricoverati nell’ospedale Casa Sollievo di San Giovanni Rotondo.

Il traffico è stato deviato, per un paio di ore, verso le strade limitrofe al lungomare.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni