GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Porto turistico di Vieste – Saverio Prencipe: “Sconcertato dalle dichiarazioni del sindaco Nobiletti”

154

prencipe“Sono davvero sconcertato dall’intervista rilasciata dal Sindaco di Vieste, avv. Nobiletti Giuseppe, sulla questione relativa alla società Aurora Porto Turistico di Vieste Spa.

Innanzitutto trovo alquanto bizzarro che il nostro Sindaco, nonostante sia AVVOCATO,  equivochi circa la natura della società di cui egli stesso, nella sua qualità, è socio di riferimento. Così come confonde l’istituto della revoca con quello della decadenza, il che è tutto dire.

Ma non basta!

Afferma, altresì, che la società Aurora dall’anno 2007 non ha più pagato  il canone demaniale. Niente di più falso!

Infatti, nel breve periodo in cui lo scrivente ha ricoperto l’incarico di Presidente del CdA, il canone  demaniale, riferito all’anno 2011,  è stato per intero e regolarmente pagato per  un importo pari ad euro  198.000,00, lasciando persino in cassa a chi mi ha succeduto la somma occorrente per il pagamento anche dell’anno 2012.

Vi è di più.

Per quanto riguarda i canoni pregressi, non riferibili in alcun modo alla “mia” gestione,  vi era un passivo pari ad  € 378.000,00, riveniente, come detto, da gestioni precedenti e relativo alle annualità 2007- 2008- 2009- 2010. Tale debito, per effetto di una mia istanza (nota agli atti dell’Aurora del 26/10/2011) recante la contestazione di erronea computazione del citato canone, è stato poi ridotto, dalla Regione Puglia,  in circa € 251.000,00, risparmiando così la somma di ben euro 127.000.000.

Successivamente, ottenuto il ricalcolo, ho provveduto a richiedere la rateizzazione di detto debito nonchè al pagamento della relativa prima rata (nota agli atti dell’Aurora del 16/02/2012).

Regolarizzata tale situazione, il sottoscritto, ha disposto il saldo degli importi dovuti alla Regione Puglia, a titolo di imposta regionale,  per un importo pari ad euro 22.878,17, per le annualità di cui sopra (nota del 12/04/12).

Sulla scorta di quanto appena detto, caro Sindaco, la Regione Puglia al 2012 non poteva fare alcunché contro la società partecipata, in quanto non aveva alcun credito da  riscuotere!

Le comiche continuano nel momento in cui mi si accusa, senza alcun ritegno, di essere stato l’artefice del contenzioso creatosi con la società Cidonio Spa.

Il sig. Sindaco di Vieste, che non perde occasione per autodefinirsi il sindaco della legalità, dovrebbe agevolmente comprendere, soprattutto lui, che per un contratto pubblico è obbligatoria ex lege la stipula e la permanenza della relativa polizza fideiussoria a garanzia della esatta esecuzione dello stesso, pena la risoluzione ipso jure del rapporto contrattuale.

Ecco quindi svelato l’arcano: per evidenti ragioni di legalità, tanto care al nostro Sindaco,  non poteva in alcun modo sopravvivere tale pubblico contratto.

Da ultimo, il Sindaco, a parere dello scrivente, non è scevro nemmeno da responsabilità politiche sul triste destino della società Aurora porto turistico di Vieste. Difatti, in assoluta continuità con la precedente amministrazione comunale, ha riconfermato nel consiglio di amministrazione della partecipata l’ex presidente, convalidando, nei fatti, l’azione gestionale posta in essere dallo stesso dal 2012 ad oggi, ivi inclusa la situazione debitoria maturata, di cui non poteva certo essere all’oscuro.

Date le gravi,  infamanti e false  accuse rese dal sig. Sindaco Avv. Nobiletti Giuseppe con pubbliche dichiarazioni, mi auguro che lo stesso abbia il coraggio, nel nome della tanto decantata legalità, di  accettare un confronto pubblico e instaurare un democratico contraddittorio sulla vicenda.

Lascio allo stesso la decisione in merito alle modalità e alle tempistiche”.

Saverio Prencipe – Ex presidente Aurora porto turistico di Vieste 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni