GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Incendio: si aggrava la situazione, disposto sfollamento di Gattarella, Gargano e Portonuovo

4.581

“La situazione è grave. Molto grave. Il fuoco rischia di arrivare fino all’interno del centro vacanze di Gattarella, per questo ho disposto l’immediata evacuazione sia di Gattarella, sia degli alberghi Gargano e Portonuovo”.

Il sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti, è molto preoccupato per l’evolversi della situazione nella zona di San Felice – Tomarosso – Gattarella, interessate da un vasto incendio scoppiato intorno alle 15 e subito apparso grave perchè alimentato dal vento di “garbino” e la persistenza di temperature altissime, con picchi intono ai 45 gradi. Nobiletti, che sta seguendo personalmente le operazioni di spegnimento, è molto contrariato. “Abbiamo chiesto l’intervento di mezzi aerei – fa sapere – , ma ci hanno detto che il caldo eccessivo impedisce il decollo dei velivoli. Mi sembra una situazione assurda, atteso che in circostanze simili, sia in Italia sia all’estero, gli arei hanno regolarmente operato. Sto sollecitando i vertici della Protezione civile a Roma, perché dispongano l’invio dei canadair in quanto la situazione è davvero grave ed è questione di ordine pubblico”. Il sindaco ha disposto anche l’allestimento di un centro di accoglienza presso la palestra del plesso Delli Santi che dovrebbe ospitare i turisti sfollati dalle strutture ricettive più prossime all’incendio. Sul posto, intanto, si continua ad operare come meglio si può, anche se è molto difficoltoso. Sul posto oltre a Pegaso e Gev Capitanata, insieme a Carabinieri Forestali, Polizia Locale, Carabinieri, si sono aggregati squadre di Vigili del Fuoco e volontari Giacche Verdi del Gargano.  Chiusa al traffico la strada litoranea Vieste-Mattinata.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni

404