GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

MATTINATA – Sequestrati oltre 500 ricci di mare, denunciato pescatore abusivo barlettano

480

I militari della Guardia Costiera di Manfredonia, unitamente ai colleghi carabinieri della locale Compagnia, hanno  portato a termine un’operazione di polizia finalizzata al contrasto della pesca abusiva e alla tutela dell’ambiente marino.
In particolare, nel corso delle quotidiane attività di controllo del territorio, si accertava la presenza di un’autovettura con due soggetti “sospetti” in località “Porto di Mattinata”, nell’omonimo Comune. I militari accertavano la presenza di un pescatore subacqueo intento verosimilmente alla raccolta di ricci di mare (Paracentrotus lividus).
Dalle verifiche poste in essere emergeva come il soggetto intento alla pesca, proveniente dalla provincia di Barletta, fosse privo di qualsivoglia autorizzazione alla pesca subacquea ovvero avessero prelevato in maniera abusiva dal fondale marino oltre 500 (cinquecento) esemplari a fronte dei cinquanta previsti dalla normativa di settore per la pesca sportiva.
Al responsabile veniva elevata una sanzione amministrativa di importo pari a 2.000 euro unitamente al sequestro di tutti i 500 esemplari di riccio rinvenuti (successivamente rigettati in mare in quanto ancora in stato vitale).
E’ bene ricordare che dal primo maggio e fino al trenta giugno la pesca del riccio di mare sarà vietata su tutto il territorio nazionale al fine di consentire il ripopolamento della specie.
Nel corso dell’anno sono più di 3.000 gli esemplari di riccio sequestrati che si vanno ad aggiungere ai circa 600 kg di prodotti ittici posti sotto sequestro per violazioni alle normative di settore e ai 50.000 euro di sanzioni
amministrative.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni

404