GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Al via “FestambienteSud” con Nada, Toquinho, Chiara Civello, Emma Nolde

687

Dopo la tre giorni a Mattinata all’insegna della musica, della spiritualità e della scoperta di luoghi suggestivi e ricchi di storia, FestambienteSud sbarca a Vieste. Dall’1 al 4 agosto la capitale del turismo pugliese abbraccerà il suono universale, con ospiti nazionali e internazionali chiamati a raccolta dalla direttrice artistica Chiara Civello. Le quattro serate evento andranno in scena a Marina Piccola.
Si parte lunedì 1° agosto alle 21.00 con la cantante, pianista e compositrice Frida Bollani Magoni, figlia del pianista Stefano Bollani e della cantante Petra Magoni. Da sempre immersa nel mondo dei suoni e della musica, ha cominciato a studiare regolarmente pianoforte classico all’età di 7 anni sotto la guida del maestro Paolo Razzuoli, che le ha insegnato la notazione musicale in Braille. Oggi, non ancora 18enne, ha pubblicato l’album d’esordio dal titolo “Primo Tour” e si sta affermando tra le pianiste più mature e sorprendenti del panorama internazionale.
A seguire, Alabaster DePlume (nome d’arte di Gus Fairbairn), sassofonista, compositore e declamatore di versi scritti da lui stesso abbozzando scenette di vita contemporanea. Il suo nuovo disco, “Gold – Go Forward in the Courage of Your Love”, uscito ad aprile, è un lavoro intimo, quasi confessionale, un ibrido tra jazz e spoken word, nel quale i testi scritti dal musicista e poeta di Manchester trapiantato a Londra si mescolano con le fughe del suo sax tenore. L’album è l’atteso seguito del precedente “To Cy & Lee: Instrumentals vol. 1”, disco dalla genesi piuttosto unica che ben riflette l’estetica e la portata “politica” della sua azione artistica: Alabaster DePlume stava lavorando per Ordinary Lifestyles, un’associazione caritatevole di Manchester che aiuta persone con disabilità a vivere una vita piena nella propria casa.
Martedì 2 agosto a salire sul palco di FestambienteSud (sempre alle 21.00 a Marina Piccola) saranno Emma Nolde e Nada.
La Nolde è considerata una delle voci future della musica italiana. Al RockContest 2019 si è aggiudicata il premio Ernesto De Pascale per la migliore canzone con testo in italiano per il brano “Nero Ardesia”; a settembre 2020 è uscito “Toccaterra”, il suo primo album, apprezzato da pubblico e addetti ai lavori, nonché finalista al Premio Tenco nella sezione Opera Prima.
Nada, straordinaria voce della musica italiana, è un’artista che sin dai primi anni Settanta è riuscita a interpretare i gusti del momento, non perdendo mai di rilevanza e proponendo canzoni di alto livello. Tra i suoi brani più celebri ed amati ricordiamo “Ma Che Freddo Fa”, con cui esordì appena quindicenne al Festival di Sanremo, “Il cuore è uno zingaro”, canzone vincitrice del Festival di Sanremo 1971, “Amore disperato” (1983), “Senza un perché” (2004). Affermatasi nel corso dei decenni come stimata cantautrice, Nada si è imposta all’attenzione del pubblico anche come attrice e scrittrice. Dal suo romanzo autobiografico “Il mio cuore umano” (2008), è stato tratto il film per la Rai “La bambina che non voleva cantare”.
Doppio concerto in agenda anche mercoledì 3 agosto. Si parte alle 21.00 a Marina Piccola con LNDFK & Ze In the clouds. La producer e songwriter di origine italo-tunisina LNDFK – che trae la sua espressività musicale dal jazz, dal neo-soul e dall’hip-hop – torna per la seconda volta a FestambienteSud, questa volta accompagnata da Ze In The Clouds, alias Giuseppe Vitale, precocissimo talento del jazz italiano, pianista dalla tecnica scoppiettante.
A seguire Populous, nome d’arte di Andrea Mangia, producer e dj salentino che ha esordito nel 2003 facendosi rapidamente largo nella scena elettronica italiana e internazionale. Il suo nuovo allbum “Stasi”, uscito lo scorso 11 giugno, è stato scritto e prodotto in un Salento immobile e silenzioso, in un’atmosfera sospesa e meditativa che ha dirottato in maniera evidente il suo percorso, riconducendolo verso atmosfere ambient e instrumental hip-hop simili a quelle d’inizio carriera (ovvero quelle di “Quipo”e “Queue for love”). Mixati e masterizzati in analogico nel bucolico contesto del Sudestudio, gli otto brani del disco fluttuano lentamente fra i nomi di leggende che non hanno mai smesso di ispirare Populous: Midori Takada, Boards Of Canada, J Dilla e William Basinski.
Giovedì 4 agosto sarà la volta dell’evento finale intitolato “Un Ponte di Note tra Italia e Brasile”, omaggio alla cultura carioca e alle relazioni culturali tra i due paesi, sugellato dal patrocinio dell’Ambasciata del Brasile in Italia.
Si esibiranno sullo stesso palco a Marina Piccola Toquinho & Camilla Faustino, il violoncellista e compositore Jacques Morelenbaum in trio con Stefania Tallini e Daniel Grossi, e la direttrice artistica Chiara Civello. A condurre la serata sarà il giornalista di Radiouno Rai Max De Tomassi, profondo conoscitore della musica e della cultura brasiliana. De Tomassi, infatti, è stato al timone del celebre programma musicale “Brasil”, in onda su Rai Radio1, dal 2001 al 2017, e poi su Rai Radio2; nel 2002 ha ricevuto dal governo brasiliano la “Cruz do Rio Branco”, l’onorificenza più prestigiosa che si conferisce ai cittadini stranieri che si sono distinti nella divulgazione della cultura brasiliana nel mondo.
Ad aprire i concerti alle 21.00, sarà uno dei grandi nomi della musica brasiliana e mondiale: il violoncellista, compositore e arrangiatore Jacques Morelenbaum, che della contaminazione ha fatto la sua ineguagliabile firma e che rappresenta appieno l’idea musicale di fusione tra generi. Con lui ci saranno Stefania Tallini, una delle più interessanti e originali pianiste, compositrici e arrangiatrici jazz italiane, e Gabriel Grossi, eccellente armonicista e compositore brasiliano, considerato dal grande Toots Thielemans come il suo erede. Il duo italo-brasiliano ha firmato un progetto discografico unico: Brasita (AlfaMusic, 2022), che fonde le suggestioni dell’armonica a quelle del pianoforte, in una dimensione senza confini di luoghi e generi.
Successivamente toccherà a Chiara Civello, cantautrice con una dimensione spiccatamente internazionale, che dal 2021 cura la direzione musicale di FestambienteSud. La cantante cosmopolita passa dallo spagnolo all’inglese per poi immergersi nell’oceano meraviglioso della musica italiana con un repertorio che va dagli anni ’60 del secolo scorso fino ai nostri giorni.
A chiudere la serata del 4 agosto e la XVIII edizione di FestambienteSud sarà Toquinho che, con la sua voce calda e il tocco delicato sulla chitarra, insieme alla splendida voce di Camila Faustino, è l’espressione più pura e veritiera della forza e della storia musicale del Brasile. Con loro Mauricio Zottarelli alla batteria e Itaiguara Mariano Brandão alla chitarra. Il concerto entrerà direttamente in quell’anima poetica della Bossa Nova e nella magia inconfondibile degli “Afro Sambas”, interpretando i brani che hanno fatto innamorare il pubblico di tutto il mondo, tra cui “La voglia e la pazzia, L’incoscienza e l’allegria”, “Senza Paura”, “Samba della Benedizione”, “Samba per Vinicius”, “Aquarello”.
Anche la quattro giorni di Vieste prevede gli appuntamenti con “Gargano Sacro, la cultura è in cammino”, il primo itinerario turistico-culturale sostenuto dalla Fondazione Monti Uniti di Foggia. Tutti i giorni dall’1 al 4 agosto alle ore 18.00 sarà possibile visitare l’isolotto di Santa Eufemia, noto anche come Isola di Noè, con le sue importanti testimonianze storiche che attraversano i millenni. Santa Eufemia, oltre ad ospitare il faro di Vieste, custodisce una grotta le cui pareti presentano circa 200 iscrizioni votive in greco e latino, scritte in onore di Venere Sosandra, la dea del mare e salvatrice di uomini. Molte delle incisioni sono riconducibili ad un periodo che va dal III secolo a.C. al Medioevo e sono state fatte da viaggiatori e marinai che transitavano in questa zona.
L’evento è a numero chiuso e prevede un ticket di 8 euro che comprende anche il costo del traghetto.
Info: festambientesud.it.
FestambienteSud è promossa da Legambiente e organizzata sotto la direzione del circolo Legambiente FestambienteSud di Monte Sant’Angelo, con il sostegno organizzativo di Legambiente Puglia e di Legambiente lo Sperone di San Giovanni Rotondo.
I media partner sono la RAI e la Nuova Ecologia.
Il partenariato sociale ed economico del festival coinvolge i sei comuni ospitanti di Vieste, Mattinata, San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo, Rignano Garganico e San Marco in Lamis, l’Acquedotto Pugliese, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, Confindustria Foggia, Federalberghi Foggia, l’associazione Mecenate ’90, la società Vivilitalia, l’IPEOA Enrico Mattei – Vieste.
Gode del patrocinio dell’Ambasciata del Brasile in Italia, del presidente della Regione Puglia e il sostegno dell’assessorato all’Agricoltura per un progetto speciale di FestambienteSud denominato Agri.cultura.
Importanti anche i numerosi soggetti che sponsorizzano il festival e che compongono il partenariato tecnico per i quali rimandiamo ai materiali ufficiali e al sito del festival.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni