GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Avviso pubblico per la concessione “fida pascolo” anno 2022

285

PREMESSO CHE:
– con Deliberazione del Commissario Prefettizio con il potere di Consiglio Comunale n. 7 del 24 maggio 2016 è stato adottato il “Regolamento per l’attività pascoliva sul demanio civico comunale sottoposto a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D. Legge 3267/1923” – per l’esercizio del pascolo (Fida pascolo);
– che con delibera del Commissario Prefettizio con il potere di con il potere del Giunta Comunale n. 16 del 27 maggio 2016 sono state determinate le tariffe di concessione annuale;
– che con delibera di G.C. n. 69 del 10 marzo 2022 sono stati approvati per l’annualità 2022 gli indirizzi per la concessione della fida pascolo e confermate le tariffe;
– che con Determinazione dirigenziale n. 47 del 28 marzo 2022 è stato approvato l’Avviso per la concessione della fida per l’anno 2022;
tutto ciò premesso, in esecuzione del precitato regolamento comunale con il presente Avviso si
RENDE NOTO
che il Comune di Vieste intende concedere la concessione di terreni del demanio civico comunale per l’esercizio dell’attività pascoliva (c.d. Fida pascolo) per l’anno 2022, secondo le disposizioni e alle condizioni di seguito indicate:
BENEFICIARI
Possono presentare domanda per la concessione in fida pascolo del Demanio forestale comunale, i soggetti residenti o con sede legale nel Comune di Vieste, che svolgono l’attività esclusiva o prevalente di allevatore di bestiame, registrati all’ASL e dotati di partita IVA ed iscrizione presso il REA ;
L’esercizio del pascolo è consentito esclusivamente in presenza di personale di custodia;
Ai fini dell’assegnazione delle aree da concedere è indispensabile non avere commesso reati contro il patrimonio, non aver commesso più di due infrazioni durante la precedente concessione, non aver riportato condanne per i reati relativi all’esercizio abusivo del pascolo ed aver versato gli interi importi dovuti per gli anni precedenti;
La superficie da concedere per l’esercizio del pascolo è di ettari 3 per ogni UBA per anno, con un massimo di 200 ettari per singolo allevatore;
Le superfici effettivamente concesse, tra quelle elencate nel precitato regolamento comunale, saranno individuate esclusivamente dall’Ufficio competente tenendo presenti la rotazione dei pascoli, le esigenze aziendali (raggiungibilità dei pascoli, ecc.) e le esigenze dell’Ente comunale;
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONCESSIONE
Le domande di presentazione della fida pascolo, da redigersi secondo il modello allegato, dovranno pervenire al protocollo dell’Ente entro e non oltre il 06 maggio 2022 (l’Amministrazione potrà considerare le istanze pervenute dopo tale data solo nel caso in cui siano state già soddisfatte tutte le richieste di concessione e non sia stato raggiunto il carico massimo ammissibile);

Titoli di preferenza:
1) la qualifica di imprenditore agricolo professionale e/o coltivatore diretto con azienda ad indirizzo zootecnico registrata all’ASL di Foggia;
2) l’iscrizione all’anagrafe della popolazione residente nel Comune di Vieste;
3) la sede dell’azienda zootecnica nel territorio del Comune di Vieste;
4) la proprietà e la conduzione di aziende zootecniche limitrofe alle aree chieste in concessione;
5) l’essere già titolare di concessione di terreni comunali;
6) l’essere in regola con i pagamenti relativi ai cinque anni precedenti;
La domanda dovrà contenere le seguenti informazioni e relativa documentazione:
a) generalità e residenza del richiedente;
b) posizione di imprenditore agricolo, di azienda ad indirizzo zootecnico iscritta all’ASL;
c) numero dei capi (in UBA) che si intendono introdurre al pascolo sul demanio comunale, distinti per specie, età;
d) dichiarazione dell’avvenuta applicazione del microchip e/o marchi auricolari (bovini ed equini) quale sistema di identificazione e in assenza depositare il marchio di riconoscimento;
e) la località richiesta;
f) copia del registro di stalla (completo di matricole auricolari) ed il certificato sanitario veterinario del luogo di provenienza, attestante che il bestiame non è affetto da malattia alcuna;
g) numero e nominativi del personale addetto alla custodia del bestiame (di età non inferiore a 16 anni).
Si rammenta che ad ogni addetto non possono essere affidati in custodia più di 50 capi di bestiame grosso (equino, bovino o asinino) o più di 250 capi di bestiame minuto (ovino o suino);
h) dichiarare di versare il 100% della 1^ rata della fida pascolo corrente prima di ritirare la concessione fida pascolo;
i) dimostrare di aver pagato l’intero canone dovuto per le fide pascolo anni precedenti;
j) dichiarare di non aver riportato condanne per i reati relativi all’esercizio abusivo del pascolo;
k) dichiarare che nei propri confronti non sussistono le cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 67 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (antimafia);
l) dichiarare di aver preso visione del regolamento comunale per l’attività pascoliva sul demanio civico comunale sottoposto a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D. Legge 3267/1923 e di obbligarsi all’osservanza puntuale.
ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE
Alla conclusione delle istruttorie, pervenute nei termini e secondo le modalità sopra descritte, provvederà il competente Ufficio Comunale entro 30 giorni dalla scadenza del termine della presentazione delle istanze, previa acquisizione del parere, se dovuto, dell’Ente di gestione dell’area naturale protetta. Nel termine sopra detto il Comune provvederà ad adottare il
provvedimento di concessione in fida pascolo in favore dei soggetti ammessi;
CANONE 2022
a) euro 82,37 per ogni UBA, per i residenti;
b) euro 123,55 per ogni UBA, per i non residenti, in caso l’Amministrazione comunale autorizzi eccezionalmente il pascolo;
DURATA FIDA PASCOLO
La concessione di terreni per l’esercizio del pascolo (c.d. fida pascolo) ha durata annuale (dal 1 gennaio 2022 al 31 dicembre 2022).
OBBLIGHI E DIVIETI
I richiedenti si impegnano a rispettare gli obblighi e i divieti indicati nel precitato regolamento per l’attività pascoliva sul demanio civico comunale, in particolare quelli previsti all’art. 13 – Divieti.
Il pascolo é vietato sui terreni boschivi percorsi dal fuoco.
Le modalità di pascolamento sono quelle previste nei regolamenti per l’attività pascoliva regionale e comunale su suoli sottoposti a vincolo idrogeologico;
REVOCA CONCESSIONE
Si procede alla revoca della autorizzazione al pascolo per accertamento relativo a pascolo senza custodia, sub-concessione, violazione delle norme in materia di incendi ed aver commesso più di due infrazioni nell’arco della durata della concessione.
Si rammenta che intervenuta la revoca non si potrà procedere al rilascio di una nuova concessione al pascolo per un periodo non inferiore ad anni tre.
VIGILANZA
I controlli circa il rispetto delle presenti norme sono demandati agli organi direttamente designati dalle leggi (Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri e altri Organi di Polizia), competenti per territorio.
Vieste, 30 marzo 2022
Il Dirigente Settore Ambiente
f.to dott. Luigi VAIRA

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni