GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Giunti a Peschici e Vieste profughi ucraini, ospitati in strutture ricettive

1.051

Sono poco più di 120 i profughi ucraini (per lo più donne e bambini), giunti la notte scorsa a Peschici e Vieste. Grazie alla collaborazione tra amministrazioni comunali, Asl, Protezione civile, associazioni di volontariato e strutture turistico-ricettive, i profughi, dopo un lunghissimo viaggio a bordo di due pullman, hanno potuto trovare serenità e accoglienza in terra garganica.

I profughi sono stati dapprima accolti nella palestra della scuola di Peschici dove la struttura medica dell’Asl, coadiuvata dal direttore del distretto socio-sanitario di Vico del Gargano, Matteo Cannarozzi de Grazia, ha provveduto a visitare uno per uno i profughi e a  procedere al tampone ai fini della verifica di eventuale contagio da Covid19. Solo due persone sono risultate positive e per loro è scattato subito il protocollo relativo all’isolamento.

A tutti i bambini, sono stati donati giocattoli e peluche da parte dell’Urp dell’Asl Foggia.

Circa cinquanta profughi sono stati poi trasferiti in varie strutture turistiche o famiglie di Peschici. Settantotto, invece, sono stati fatti giungere a Vieste e collocati in varie strutture ricettive che si sono offerte di ospitarli. Si tratta del Centro turistico “Gattarella”, ristorante “La Ripa”, ristorante “Il Pelikano”, ristorante “Solemar”, Oasi Club Hotel, Hotel Mediterraneo, Hotel 2 Mari, Villaggio “La Chianca”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni