GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Natalia Bua vince la prima edizione del “Vieste Music Festival”

518

Buona, anzi ottima, la prima. Grande successo per il “Vieste Music Festival”, andato in scena ieri sera a Vieste, nella stupenda cornice della rotonda di Marina piccola, nell’ambito della settimana del Vieste in Love”, evento voluto e organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Vieste.

A vincere la prima edizione della gara canora in riva al mare è stata Natalia Bua, con il brano “Promettimi”, che la giovane cantante rivelazione di Vieste ha voluto dedicare al suo futuro nipotino (nascerà tra qualche mese). Natalia Bua non è nuova a performance in cui mette in evidenza la sua bravura, con una voce ammaliante, dolce e nello stesso tempo forte e decisa. Una giovane cantante per la quale, e non lo diciamo solo noi, si potrebbero aprire orizzonti importanti stante anche la sua ferma volontà di continuare a studiare canto, migliorarsi sempre più per essere pronta quando sarà il momento giusto che, le auguriamo, possa arrivare presto.

A contendersi il palco di Marina piccola, sotto lo sguardo attento del “Pensatore” di Amanda Parer, oltre a Natalia Bua, altre sette giovani rivelazioni viestane. Tutti artisti di buone qualità, che hanno sorpreso il folto pubblico presente per le loro performance e che hanno dimostrato quante peculiarità esistono tra i nostri giovani viestani i quali hanno solo bisogno di essere spronati e messi nelle condizioni di poter esprimere le proprie capacità. E dovrà essere questo lo spirito che dovrà animare questo festival canoro, che auspichiamo possa continuare in futuro sotto l’egida del Comune di Vieste.

Dicevamo, altri sette giovani cantanti si sono esibiti e partecipato alla gara. Si tratta di Elisa Sicuro (If i’ve got you), Greta Sciarra (Sunrise), Serkey & Luca Galliano (Vestiti per aria, brano inedito), Natalia Pellegrino (Back to black), Peko – Francesco Pecorelli – (Resta qui, brano inedito), Samuele Ranalli (Quel che resta di noi, brano inedito), Francesca Cristino (Stop the flame).

La giuria era composta da esperti del settore, vale a dire due eccellenze viestane del canto come Gaia Petrone e Maria Rita del Zompo, e dal dirigente scolastico e presidente dell’Associazione musicale, Pietro Loconte. Compito non facile per loro, viste le caratteristiche e qualità dei giovani cantanti.

Le esibizioni sono state accompagnate dalla band Just Cool, con Vanessa Calderisi, Chiara Montanaro, Antonio Coco e Leo Soldano, della Bluemoon Studio Music School, quest’ultimo direttore artistico della manifestazione, che è stata presentata dal brillante Marco Pulpito, volto noto di Telenorba.

Ottima, come sempre, l’organizzazione generale dell’evento, affidata allo Studio 360 di Molfetta, che cura l’intera settimana del “Vieste in Love”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni