GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Il sindaco chiede scusa a nome della città alla coppia di turisti vittima del furto delle bici

2.423

A seguito del deplorevole episodio riguardante il furto di due bici elettriche, avvenuto sabato scorso, 6 giugno,  ai danni di una coppia ignari turisti modenesi in vacanza a Vieste, il sindaco, Giuseppe Nobiletti,  e l’assessore al Turismo, Rossella Falcone, hanno inviato loro una mail con la quale chiedono scusa a nome della città per quanto loro capitato.

Di seguito il testo della comunicazione.

Gentilissimo Sig. Mazzetti,

abbiamo appreso con grande sconcerto i particolari della Vs disavventura legata la furto delle Vs bici elettriche. Ne siamo davvero rammaricati e comprendiamo pienamente i motivi della Vs delusione.

Anche noi, come Voi, condanniamo fermamente chiunque si sia reso responsabile direttamente ed indirettamente del grave misfatto, nella speranza che la opportuna denuncia da Voi sporta possa dare i frutti sperati.

Sarà Ns cura contattare il Comando dei Carabinieri affinchè non siano lesinati sforzi per risalire agli autori del furto ed a restituirVi le Vs biciclette.

Purtroppo anche nella nostra comunità, come in tutte le altre, alberga il malanimo di coloro i quali sanno rendersi responsabili di condotte così ripugnanti.

Abbiamo già negli anni scorsi applicato misure di rafforzamento della vigilanza urbana ed extraurbana, proprio per debellare simili fenomeni. La Vs vicenda ci spingerà ad impegnarci ancora di più, proprio perchè i valori della ns ospitalità non hanno nulla a che spartire con tali espressioni di delinquenza che noi per primi abbiamo interesse a sradicare.

Ci auguriamo che, nonostante questo riprovevole episodio, si abbia occasione di rivederVi a Vieste, unitamente al piacere di conoscerVi personalmente.

Cordiali saluti

Il Sindaco

F.to Giuseppe Nobiletti

L’Assessore al Turismo

F.to Rossella Falcone

Questo, invece,  il racconto della coppia di turisti modenesi vittima del furto.

Siamo due turisti di Modena che non appena e’ stato possibile, il 3 Giugno, sono partiti in camper per trascorrere le vacanze in Puglia e hanno scelto Vieste con prima meta. Sabato mattina 6/6/2020 ci siamo recati a Vieste centro per prendere un caffè’ e fare spesa con le ns. bici elettriche dal camping Punta Lunga, dove siamo arrivati il 3/6.
Verso le 11 abbiamo lasciato le due bici legate con una grossa catena in via ripe di fronte al bar Carpenter appoggiate al muro lato mare per la difficoltà a proseguire nella strettoia dopo il bar. Ci siamo incamminati verso il bar Seggio ubicato subito dietro l’angolo tranquilli per la sicurezza delle bici, perché due uomini stavano lavorando davanti alla porta del bar carpenter per preparare i tavoli per l’ apertura serale.
Circa 15/20 minuti dopo siamo tornati in via ripe x riprendere le bici e abbiamo visto che non c’erano piu’.
Abbiamo subito chiesto alle persone del bar Carpenter se avessero visto chi aveva preso le bici ma ci hanno risposto che non avevano visto niente come tutte le altre persone affacciate alle finestre delle case vicine.
Faccio notare che le due bici elettriche erano legate assieme e che pesano più di 20 kg. l’una e pertanto una sola persona avrebbe fatto molta fatica a spostarle. L’ipotesi più probabile é che siano state nascoste in una delle case del rione.
Eravamo venuti al sud sicuramente per andare in vacanza ma anche pensando di dare un piccolo contributo all’economia locale, visto che intendevamo fermarci un mese nella regione Puglia. Ora senza le ns. bici elettriche, vitali per le vacanze in camper e demoralizzati per quanto successo, non so cosa faremo. Fortunatamente il danno economico subito (oltre 4.000 euro) non sarà un problema ma la delusione e la rabbia provata di fronte all’omertà di tante persone sarà piu’ difficile da dimenticare e convincerci a ritornare in queste bellissime zone.
cordiali saluti
Luciano Mazzetti

p.s abbiamo ovviamente fatto regolare denuncia presso i carabinieri locali ma l’impressione avuta e’ che le probabilità di ritrovare le bici siano molto scarse.

Dobbiamo comunque ringraziare la Signora dell’Osteria degli Archi che ha gentilmente controllato il video della loro telecamera che ha evidenziato il nostro arrivo con le bici alle 11,05. Ma purtroppo il campo visivo non arriva fino al bar Carpenter.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni