GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Strada litoranea per Mattinata, Nobiletti: “La Provincia continua a snobbarci”

890

La Provincia ci ha letteralmente abbandonati. Ci sentiamo continuamente presi in giro. Eppure siamo la città turistica più importante della Capitanata”. Il sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti torna a sollecitare il presidente dell’Ente Provincia, Nicola Gatta, e chiede l’immediato intervento di Palazzo Dogana sulla messa in sicurezza della SP 53, la litoranea del Gargano, l’unica strada che collega il resto della Puglia a Vieste. Nobiletti ricorda a Gatta che quell’arteria è diventata molto pericolosa a causa della scarsa manutenzione. “Non vengono eseguiti nemmeno i lavori ordinari come lo sfalcio dell’erba o la pulitura delle cunette. Con l’aumento delle temperature, l’erba infestante potrebbe facilitare il rischio incendi. Gatta ci aveva promesso che entro il mese di aprile sarebbero stati eseguiti tutti gli interventi di messa in sicurezza della provinciale. Invece niente di niente. Forse si sono cullati del fatto che non sarebbe più transitato il Giro D’Italia che non è stato annullato ma rinviato ad ottobre. Quindi il presidente mettesse da parte quelle poche risorse che ha a disposizione, se non le ha già dirottate da qualche altra parte, e iniziasse a programmare almeno i lavori di manutenzione come lo sfalcio dell’erba e il rattoppo di qualche buca. Anche noi siamo cittadini della Capitanata. E poi siamo sempre in attesa dei famosi 57 milioni del Cis”. Il sindaco di Vieste chiede anche di ripristinare la sp 53 bis che collega la strada litoranea con la statale 89. “Ormai è diventata una mulattiera, la si percorre solo con un fuoristrada. E’ vergognoso”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni