GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

CORONAVIRUS – In Puglia crollo del 50% delle prenotazioni turistiche – “Tutta colpa della disinformazione”

2.325

Coronavirus, la vera paura della Puglia è per il turismo: cancellata la metà degli arrivi negli alberghi.
“I nostri alberghi stanno fronteggiando l’emergenza già da diversi giorni mettendo in pratica le principali raccomandazioni delle autorità sanitarie e sono per questo alcuni tra i luoghi pubblici più idonei per accogliere chi viaggia”, afferma Francesco Caizzi, presidente Federalberghi Puglia. “Le ultime ordinanze hanno causato cancellazioni intorno al 50% negli arrivi e con la stessa intensità anche per date successive fino a maggio, con annullamenti anche di importanti scaglioni per l’estate 2020 e la totale debacle del turismo scolastico che, per la fascia media a 2/3 stelle, rappresenta il vero core business”, aggiunge il presidente della Federalberghi Puglia.
Intanto, nella conferenza stampa di ieri pomeriggio sulla situazione Coronavirus in Puglia e sulle disposizioni e raccomandazioni rispetto all’emergenza sanitaria che sta colpendo il Nord Italia, Michele Emiliano ha fatto sapere di aver chiesto che sia attenuata la norma che impedisce i viaggi di studio “che sta colpendo al cuore il nostro sistema di ospitalità alberghiera che regge anche attraverso la passione che moltissimi hanno della Puglia anche durante la stagione invernale. Ci preoccupa che moltissime strutture turistiche rischiano di non riuscire a pagare il personale se questo flusso importante di ‘gite’ scolastiche non si verificherà”.
Il governatore della Regione Puglia ha aggiunto e concluso: “Non sappiamo se verrà accolta dal governo la nostra richiesta, sul Dpcm il potere esclusivo è del presidente del Consiglio. E’ vero che ha l’onere di ascoltarci ma non ha l’obbligo di dare seguito al nostro parere”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni