GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

TRABUCCHI DEL GARGANO – Il presidente del Parco, Pasquale Pazienza: “Ricostruiremo queste icone storiche”

300

Il presidente del Parco Nazionale del Gargano, Pasquale Pazienza, questa mattina è stato a Vieste per visitare i trabucchi dell’Associazione “Rinascita dei Trabucchi Storici. Sul trabucco di Baia San Lorenzo ha incontrato alcuni trabuccolanti e il presidente dell’associazione, Matteo Silvestri, il quale ha chiesto maggiore attenzione verso queste antiche macchine da pesca che oggi rappresentano uno dei luoghi più visitati del Gargano. “Intanto ringraziamo il prof. Pazienza per la gradita visita – ha commentato Matteo Silvestri, presidente dell’Associazione La Rinascita dei trabucchi storici” -. Finalmente qualcuno che si rende conto dell’importanza di questi monumenti del mare che fino ad oggi sono stati salvati dal degrado grazie ai nostri custodi pescatori dell’associazione. I nostri trabucchi sono prima di tutto beni storici, simbolo distintivo del nostro Gargano. Non possiamo perdere l’identità della cultura marinara. Il presidente del Parco ne è pienamente consapevole e ci ha fatto capire che tra le priorità dell’Ente Parco da oggi ci sono anche i trabucchi del Gargano”. “Ho accettato volentieri l’invito dell’associazione – ha aggiunto Pazienza – perché i trabucchi devono continuare a vivere, devono diventare l’icona storica del Parco Nazionale del Gargano, il segno distintivo della costa che va da Vieste a Peschici. I trabucchi sono beni storici e culturali, e pertanto vanno recuperati e valorizzati attraverso azioni strategiche che il Parco avvierà quanto prima insieme alla Regione Puglia. Ci saranno risorse finanziarie importanti finalizzate proprio al recupero, al restauro e alla ricostruzione ex novo dei trabucchi”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni