GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

ATLETICO VIESTE – Contro il Deghi Lecce sarà riscatto?

173

Tre partite e zero punti. Non è cominciato proprio bene il campionato di Eccellenza pugliese per l’Atletico Vieste, che vi partecipa da dieci anni consecutivi.

La squadra, sia pure ben strutturata e artefice di pregevoli trame di gioco, non riesce a concretizzare, a “mettere la palla in rete”, come si dice in gergo calcistico. Ma tutti, società, tecnico, giocatori sono concordi nel ribadire che la situazione ben presto cambierà e si cominceranno a racimolare punti importanti. D’altra parte sono i tifosi a chiedere alla squadra di fare presto bottino.

“Tutti attendiamo qualcosa in più dalla squadra – afferma mister Bonetti –  anche se non abbiamo fatto alcun proclama riguardo campionati di vertice. Siamo tranquilli e lavoriamo con impegno per vincere le partite e portare a casa il miglior risultato. Tutte le gare disputate finora – aggiunge il tecnico – ci hanno visto mostrare il nostro bel gioco, veloce e dinamico. Anche nell’incontro con l’Ugento, poi perso 4 – 0, che penso sia un risultato bugiardo, non ci siamo mai arresi o giocato male. La nostra è una squadra giovane, molto più giovane degli altri anni, ha ben assimilato la mia filosofia di gioco e l’ha ben impostata, ma basta davvero poco, una mezza palla non giocata bene, che si rovina tutto. Come accaduto a San Severo domenica scorsa – evidenzia Bonetti  – dove abbiamo giocato un gran primo tempo per 43 minuti, ma ecco un piccolo errore ed è arrivato il gol sul finale. Il calcio è fatto di episodi e non sempre c’è una risposta esatta a determinate situazioni. Senza dimenticare che a volte l’avversario e più bravo e bisogna fare mea culpa e accettare la sconfitta”.

Sulla partita di oggi, conto il Deghi, che è una squadra di Lecce, neo promossa in Eccellenza, mister Bonetti commenta: “Mi sembra una squadra che abbia tutta la voglia di dire la sua, e di farsi strada. Domenica scorsa ha fatto risultato a Ugento, pareggiando in rimonta la partita, dopo che perdeva 2 – 0. Mi sembra una squadra che lascia giocare l’avversario, che aspetta tutti sotto la linea della palla. Insomma, una compagine che bisogna guardare con attenzione. D’altra parte, come ho sempre detto, mai sottovalutare l’avversario, fosse anche l’ultimo in classifica, come lo siamo ora noi.  Occorre scendere in campo sempre con la massima concentrazione e mettere a frutto ciò che si è preparato durante la settimana e aspettare il momento propizio per colpire l’avversario”.

Per quanto riguarda la formazione, Bonetti non si sbilancia più di tanto, per ovvie motivazioni tattiche. Si limita a dire che “tutti i giocatori sono disponibili e stanno bene, tranne qualche piccolo acciacco dovuto a contrasti in allenamento, ma nulla di serio. Schiererò la migliore formazione possibile, tenendo ben conto di avere a disposizione diversi giocatori molto giovani ma che dimostrano carattere e personalità”.

L’incontro sarà diretto da Alessandro Ancona, della sezione di Taranto, coadiuvato da Piergiorgio Battista, della sezione di Lecce e da Leonardo Miceli della sezione di Taranto.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni