GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Il cuore di Vieste e il grande successo di Battiti Live

2.305

Nel cuore di Vieste, nel cuore della gente, ma soprattutto nel cuore della musica. L’edizione 2019 del Radionorba Battiti Live è partita nel segno del cuore. Ed è partita come meglio non si poteva. In un luogo incantevole, con una piazza stracolma di gente e con artisti di altissimo livello. A rompere il ghiaccio è stato il grande protagonista della prima metà del 2019, rivelazione assoluta, Mahmood, con “Soldi”, il brano diventato in pochissimo tempo la canzone italiana più ascoltata di sempre su internet. Il cantante italo-egiziano ha poi contato “Gioventù bruciata”.
Dopo di lui Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci hanno invitato sul palco i salentini Boomdabash, che hanno fatto saltare tutti con il loro “Mambo salentino”, ma non prima di aver cantato il brano con cui nella prima parte dell’anno hanno conquistato tutte le classifiche, “Per un milione”.
E’ stata dunque la volta dei tre tenori de “Il Volo” e piazza Marina Piccola si è trasformata in un teatro a cielo aperto. Piero, Gianluca e Ignazio hanno cantato il singolo attualmente in radio, “A chi mi dice”, e “Grande amore”, uno dei pezzi più importanti della loro decennale carriera. E tutti, in piazza, hanno cantato con loro.
A riscaldare definitivamente il pubblico ci hanno pensato i maestri dei tormentoni estivi, Giusy Ferreri e Takagi e Ketra, prima con la hit di quest’anno, “Jambo”, e poi con il pezzo dell’anno scorso, “Amore e capoeira”, due grandi successi.
E’ quindi la volta di un altro nome molto atteso, Irama, che ha cominciato con “Arrogante”, il suo ultimo singolo, per poi proporre la ballad “Il cuore di latte” e chiudere in allegria con “Nera”, il suo cavallo di battaglia della scorsa stagione.
Da un giovane di talento a un big della musica italiana, Gigi D’Alessio, che prima di suonare un medley dei suoi più grandi successi (da “Non dirgli mai” a “Tu che ne sai” passando per “Non mollare mai”), si è esibito in coppia con Guè Pequeno nella loro hit estiva, “Quanto amore si dà”. Il rapper è poi tornato sul palco anche da solo per proporre alcuni suoi successi e il singolo estratto dal suo ultimo Ep, ma dopo Elodie, anche lei in radio con un singolo estivo, “Margarita”, e alcuni dei suoi pezzi più famosi. E’ stata quindi la vota di Gabry Ponte, che ha trasformato la piazza in una discoteca proponendo un remix di brani italiani, spaziando da Al Bano a Fabri Fibra.
Siamo verso il finale, tocca a Mondomarcio, con il brano in duetto con la grande Mina, “Angeli e Demoni”. Poi sale sul palco Levante, cantautrice raffinata, anche lei molto attesa, soprattutto con il suo “Andrà tutto bene”. Il rapper napoletano Luchè, con il suo singolo “Parliamo”, prepara invece la strada al gran finale, affidato a Fred De Palma e alla pop star latina Ana Mena, acclamatissimi, che hanno invece cantato la loro hit estiva, “Una volta ancora” e poi chiuso con “D’estate non vale”, il brano che li ha resi celebri lo scorso anno.
Insomma, un grande debutto per la diciassettesima edizione del Battiti Live. “Ringraziamo la città di Vieste per la grandissima accoglienza”, commenta il presidente di Radionorba Marco Montrone. “E’ andato tutto come volevamo, palco e piazza si sono fusi in un abbraccio unico all’insegna della musica ed è stato molto emozionante, per noi, per la città di Vieste e per tutti gli artisti che salendo sul palco praticamente in mare sono rimasti letteralmente a bocca aperta nella scoprire quest’altro angolo di Puglia che non ti aspetti. La tecnica è stata perfetta, nessuna sbavatura per oltre 3 ore di show in diretta e vissuto tutto d’un fiato. Un ottimo inizio di tour”. “E’ stato un clamoroso successo, immagini bellissime, sono rimasto impressionato”, aggiunge il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti. “Uno spot eccezionale per Vieste per il Gargano e tutta la Puglia. Se queste sono le premesse, sarà un’ottima stagione”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni