GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

VIESTE – Danilo Della Malva si difende: “Non ho estorto nessuno”, la difesa chiede la scarcerazione

310

Non ha minacciato l’imprenditore turistico che no­leggia gommoni, per fargli assu­mere un suo conoscente e licen­ziare un dipendente, in quanto fu la stessa parte offesa a offrire di propria iniziativa quel lavoro. Si è difeso così davanti al gip nell’in­terrogatorio di garanzia Danilo Pietro Della Malva, 32 anni, viestano, arrestato sabato dai cara­binieri per estorsione su ordinan­za cautelare firmata dal gip del Tribunale di Foggia. Il provvedi­mento di cattura a Della Malva è stato notificato nel carcere di Trani: il giovane è detenuto dal 5 maggio perché accusato nell’in­chiesta «In nome del padre» di de­tenzione illegale di armi e d’aver cercato di aiutare due detenuti del carcere di Foggia a evadere. Della Malva si dichiara innocente da quelle imputazioni ed ora anche dall’accusa di estorsione. L’ha fat­to davanti al gip del Tribunale di Trani che l’ha interrogato su ro­gatoria del collega di Foggia fir­matario dell’ordinanza cautelare; il suo legale, l’avvocato Salvatore Vescera, ha chiesto ora al gip di Foggia di scarcerare Della Malva per mancanza di gravi indizi. «Il mio assistito ha respinto le accuse rispondendo a tutte le do­mande del giudice; peraltro voglio chiarire» dice il difensore «che a Della Malva non si contesta d’aver minacciato la parte offesa che le avrebbe fatto trovare i gommoni squarciati e affondati, ma di averle detto che i gommoni glieli avrebbe fatti ritrovare alle Isole Tremiti, frase peraltro pronunciata non certo per minacciare l’im­prenditore ma in un momento di sfogo». La difesa sostiene infatti che non ci fu alcun ricatto, con­siderati anche i rapporti d’ami­cizia esistenti tra Della Malva e la vittima.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni