GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Blitz della polizia, arrestati i cugini Claudio e Giovanni Iannoli su decreto della Direzione distrettuale antimafia

Sono accusati, per il momento, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante del “metodo mafioso”

1.918

i cugini Claudio e Giovanni Iannoli - GarganotvNella primissima mattinata di oggi decine di agenti di polizia, con l’ausilio anche di un elicottero e del gruppo cinofilo, hanno dato esecuzione a decreti di arresto emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Bari, nei confronti di due viestani, i cugini Claudio e Giovanni Iannoli, rispettivamente di 42 e 32 anni, facenti parte, secondo gli investigatori, del clan capeggiato da Girolamo Perna.

I due, prelevati nelle proprie abitazioni a seguito di un riuscito blitz, sono accusati, per il momento, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante del “metodo mafioso”.

Dopo l’arresto, i due cugini, già con numerosi e specifici precedenti, sono stati condotti presso la locale caserma della polizia di Stato, da dove, esperite le formalità di rito e la contestazione dei reati, sono stati tradotti nel carcere di Foggia.

Come detto, secondo gli investigatori, giunti agli arresti dopo lunghe e circostanziate indagini, a mezzo anche di intercettazioni telefoniche ed ambientali, i cugini Iannoli farebbero parte del clan Perna che si oppone a quello di Marco Raduano (arrestato, con altri tre affiliati, prima di Ferragosto, dai carabinieri sempre su decreti della DDA). Contrapposizione che ha causato a Vieste, negli untimi tre anni, ben otto omicidi, una lunga scia di sangue come mai accaduto nella tranquilla cittadina del Gargano.

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni