GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Uscire dal tunnel – Atletico Vieste, chance sul campo dell’ultima

279
Pippo Caruso
Pippo Caruso, difensore dell’Atletico Vieste

La vittoria di domenica scorsa, la prima di questo campionato di Eccellenza nel quale milita per il nono anno consecutivo, ha certamente dato un po’ di ossigeno all’Atletico Vieste. La prova contro il Barletta è stata alquanto convincente e lascia sperare (è l’auspicio di tutti), in un proseguimento con meno patemi d’animo.

Tutta la squadra ha dato il giusto contributo per la vittoria, anche se continua a manifestarsi la zona d’ombra di centrocampo, ove è necessario un urgente intervento. Superlativa la prova di Antonio Compierchio, l’attaccante di Candela, il quale, pur manifestando qualche fastidio all’inguine, ha giocato fino all’ultimo minuto, dando dimostrazione delle sue ottime capacità. Sfolgorante  la performance di Matteo Triggiani, attaccante pure lui, originario di Ischitella con trascorsi nel Torino. Suo è stato il goal che è valso i tre punti: un’azione personale, partita da metà campo sulla fascia di sinistra, terminata con un micidiale diagonale che ha spiazzato l’estremo difensore avversario. Insomma, un Vieste che è piaciuto e sul quale la tifoseria cerca di riporre nuovamente fiducia, dopo un inizio di campionato da dimenticare.

<La nostra – dice Triggiani – è stata una vittoria cercata, voluta e meritata. Sono contento per la squadra ed anche per me, visto che rientravo dopo tre settimane di stop. Nelle precedenti partite – commenta l’attaccante – le prestazioni della squadra sono state macchiate da alcuni errori che non ci hanno permesso di esprimerci al meglio. Ora abbiamo ritrovato più ordine e lavorato meglio durante la settimana. Dobbiamo continuare su questa strada>.

Oggi, intanto, l’Atletico Vieste è impegnato in trasferta. Sul neutro di Ruvo di Puglia incontrerà l’Unione Calcio Bisceglie, che si ritrova in ultima posizione, con un solo punto, nonostante una compagine di spessore. < Sicuramente loro saranno affamati di punti, proprio come noi – argomenta Matteo Triggiani -. Dal canto nostro, vogliamo uscire dalla bassa classifica e senza dubbio andremo a Ruvo a viso aperto, per cercare di portare a casa i tre punti, anche se non sarà facile perché credo che la classifica sia bugiarda per quanto riguarda il Bisceglie>.

Dello stesso avviso è Pippo Caruso,  giovane difensore centrale classe ’96, figlio di Massimo Caruso, ex portiere del Foggia, che così commenta la partita di oggi contro il Bisceglie. <Per noi dev’essere la partita della svolta. Questa settimana, come anche in quella che ci ha portato ad affrontare il Barletta, ci siamo detti una sola parola: vincere! Il Bisceglie, come noi, non merita la classifica attuale e ha in rosa nomi importanti come Visconti, Lasalandra e Bartoli, per cui ci darà del filo da torcere. Ma, indipendentemente dal loro approccio e dalla loro voglia di fare punti ad ogni costo, noi scenderemo in campo solo per vincere>.

Squadra super motivata, dunque. Ed oggi se ne avrà la prova. Non resta che attendere il fischio d’inizio, alle ore 14:30.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni