GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Il Consiglio comunale all’unanimità respinge ogni forma di violenza e chiede l’intervento dello Stato

117

municipio interventoQuesto il testo della delibera con cui il Consiglio comunale di Vieste, con voto unanime, presenti tutti i consiglieri, sia di maggioranza sia di oposizione, ha deciso di sostenere ogni opportuna azione volta ad ottenere l’attivazione di strategie di contrasto straordinario di livello statale-ministeriale per far fronte alla gravissima emergenza criminale in atto nel territorio di Vieste, dando specifico indirizzo al Sindaco di intraprendere ogni opportuna iniziativa.

“Il Sindaco relaziona:

PREMESSO CHE  la città di Vieste è stata teatro nella giornata del 27 luglio, dell’ennesimo efferato omicidio di stampo mafioso (il 5° dallo scorso mese di settembre con cadenza seriale), perpetrato spietatamente nei confronti di un noto esponente della criminalità organizzata, che ha suscitato nella cittadinanza sentimenti di viva e legittima inquietudine.

CHE l’episodio sembra inquadrarsi in una feroce guerra di mafia in atto per il riposizionamento strategico delle organizzazioni malavitose sul territorio, combattuta senza esclusione di colpi.

CHE particolarmente significativa (rectius: inquietante) è la dimestichezza con cui è stata condotta l’esecuzione  da parte dei sicari “incaricati”. In pieno mese di luglio, con migliaia di turisti che affollano la città di Vieste, in un locale ristorante nel pieno centro cittadino, nell’ora di punta e incuranti della presenza di terzi estranei, i criminali hanno portato a termine la loro macabra missione, con la quale si sta animando una vera e propria “mattanza” tra i sodalizi criminali.

RITENUTO che a fronte di una situazione così allarmante è necessario intraprendere ogni opportuna azione finalizzata ad un contrasto effettivo alle nefaste logiche e strategie criminali, richiamando enti, istituzioni e cittadinanza ad un impegno corale ed unitario che approdi a risultati concreti;

CHE alla luce di quanto sopra,  l’esigenza di una interlocuzione diretta con il Ministro degli Interni, seppur irrituale, si rende ineludibile alla luce di un grado di pressione criminale elevatissimo per il quale non sono più sufficienti strumenti di contrasto ordinari, ma occorre prevedere strategie di intervento straordinario;

CONSIDERATO che una tale esigenza possa già essere manifestata attraverso una presa di posizione unitaria da parte del  Consiglio Comunale;

SI PROPONE di ADOTTARE IL SEGUENTE DELIBERATO:

di impegnare il Consiglio Comunale a sostenere ogni opportuna azione volta ad ottenere l’attivazione di strategie di contrasto straordinario di livello statale-ministeriale per far fronte alla gravissima emergenza criminale in atto nel territorio di Vieste, dando specifico indirizzo al Sindaco di intraprendere ogni opportuna iniziativa preliminare all’attuazione del presente deliberato;

IL CONSIGLIO COMUNALE

Udita la relazione del Sindaco

VISTO il Regolamento del Consiglio

All’esito della seguente votazione: Presenti n. 17; Votanti n. 17; favorevoli n.17; contrari: nessuno

DELIBERA

di impegnare il Consiglio Comunale a sostenere ogni opportuna azione volta ad ottenere l’attivazione di strategie di contrasto straordinario di livello statale-ministeriale per far fronte alla gravissima emergenza criminale in atto nel territorio di Vieste, dando specifico indirizzo al Sindaco di intraprendere ogni opportuna iniziativa preliminare all’attuazione del presente deliberato;

 

di inviare la presente delibera

al Ministero degli affari interni – Roma;

Al Prefetto della Provincia di Foggia;

 

Con voti unanimi, espresse per alzata di mano da n. 17 presenti su n. 17 consiglieri assegnati, compreso il Sindaco

 

DELIBERA

 

di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 – comma 4 del D.Lgs 18.08.2000, n. 267

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni