GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Domani, 30 gennaio, Vieste celebra una intensa “Giornata della Memoria”

150

memoriaNella ricorrenza della Giornata della Memoria, l’Amministrazione Comunale di Vieste intende proporre una riflessione a tutto tondo sulla cultura e sulla musica ebraica attraverso vari momenti della giornata.
Anche quest’anno, Vieste avrà l’onore di ospitare Alberto Mieli, suo cittadino onorario, nonché reduce di Auschwitz, che, attraverso la sua preziosa testimonianza, farà visita a tutti gli Istituti di Istruzione del paese, accompagnato dagli Amministratori locali, e parteciperà alla manifestazione sulla Shoah a cura degli studenti dell’IISS Fazzini di Vieste.
In serata, alle 19,30, presso il Cineteatro Adriatico, l’Amministrazione Comunale propone, in collaborazione con l’Associazione Musica Civica di Foggia e la locale Nuova Diapason, un concerto con conversazione con Yehudà Pagliara che interverrà nell’ambito di brani del repertorio klezmer, genere musicale che fonde in sé strutture melodiche, ritmiche ed espressive che provengono dalle differenti aree geografiche e culturali (i Balcani, la Polonia e la Russia) con cui il popolo ebraico è venuto in contatto.
Musica che accompagna feste di matrimonio, funerali o semplici episodi di vita quotidiana, il klezmer nasce all’interno delle comunità ebraiche dell’Europa orientale, in particolare delle comunità chassidiche. Questa musica esprime felicità e gioia accanto a sofferenza e malinconia. Lo strumento principale del mondo ebraico degli shtetl e dei ghetti è sicuramente il violino, ma nel klezmer acquisteranno crescente rilievo il clarinetto e gli strumenti percussivi.

concerto della memoriaIl concerto proporrà l’ascolto di brani della tradizione klezmer e sefardita, oltre a brani originali del Mishmash Ensemble ispirati alla cultura e alla tradizione musicale strumentale e vocale ebraica. Di particolare interesse i brani vocali che la preziosa voce della Sannino canterà in lingua iddish o giudeo-tedesco, ossia nella lingua del ramo germanico occidentale.
La ricerca timbrica e l’utilizzo di strumenti tipici della tradizione popolare ebraica contribuiranno a creare atmosfere musicali lontane e sofisticate, grazie anche alla particolarità degli arrangiamenti dei Mishmash & Friends.
Nell’ambito dell’iniziativa, l’Assessore alla Cultura, Graziamaria Starace, conferirà il Premio “Maestri di vita”, ed. 2017 ad Alberto Mieli e al Maestro Matteo Siena, prestigioso esponente della cultura locale, per l’impegno educativo e la dedizione per la ricerca storica.

Conversazioni tra suoni e parole
I stagione 2016/2017 – Città di Vieste

Quarto spettacolo: Lunedì 30 gennaio 2017 ore 21.00
Vieste, Teatro Adriatico

CONVERSAZIONE
“Il senso e il significato della vita nella visione ebraica”
con Yehudà Pagliara

Concerto della Memoria
con Mishmash & Friends
Yasemin Sannino, voce
Luca Velotti, clarinetti
Mosshen Kasirossafar, percussioni
Piero Fortezza, batteria
Domenico Ascione, chitarre e ‘ud
Marco Valabrega, violino e viola
Bruno Zoia, contrabbasso

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni