GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Lunedì 30 gennaio “Giornata della Memoria”, con Alberto Mieli, Yehudà Pagliara, Yasemin Sannino, Mish Mash & Friends

208

concerto della memoriaIl deportato Alberto Mieli, cittadino onorario di Vieste, sarà ancora una volta tra i protagonisti della “Giornata della Memoria” che Vieste celebrerà il prossimo lunedì, 30 gennaio.

Organizzata dall’Assessorato alla cultura del Comune di Vieste, retto da Graziamaria Starace, l’evento rientra anche nella rassegna “Musica Civica”, giunta al quarto appuntamento, che sta riscuotendo un grosso successo vista la partecipazione di grandi nomi della cultura, del giornalismo, dello spettacolo e della magistratura. 

Per l’occasione, a cominciare dalle ore 19:30, presso il cine-teatro “Adriatico”, si svolgerà la conversazione dal titolo “Il senso e il significato della vita nella visione ebraica, con Yehudà Pagliara, delegato della Comunità ebraica di Napoli per la Puglia e la Basilicata. Con lui ci sarà anche Alberto Mieli, molto legato a Vieste, che porterà la sua triste esperienza di deportato di Aushwitz e tra i  pochi sopravvissuti all’Olocausto.

Dopo la conversazione, così come prevede la rassegna “Musica Civica”, si svolgerà il “Concerto della Memoria”, con Yasemin Sannino, Mish Mash & Friends.  La Sannino è una cantante e attrice italiana, poliglotta, di origine levantina. Nata ad Istanbul, in Turchia, da padre italiano e da madre turca, Yasemin è nota soprattutto per l’incisione della colonna sonora del film Le fate ignoranti, di Ferzan Özpetek, nella quale ha interpretato le canzoni Birdenbire (in turco) e And Never Tell (in inglese). Nel 2010 ha partecipato alla registrazione dell’album Alma Mater, accompagnando la voce del papa Benedetto XVI, con la canzone Regina Coeli, in latino, italiano, portoghese, francese e tedesco.  I Mish Mash, invece, compongono un quartetto di musicisti di cultura ebraica, islamica, buddista e cristiana. La loro musica spazia da quella della tradizione klezmer e sefardita a quella del mondo arabofono e persiano, balcanico, fino alla musica d’autore, sempre tesa verso le tradizioni di queste aree geografiche.

Nella stessa occasione, il sindaco, Giuseppe Nobiletti, e l’assessore alla Cultura, Graziamaria Starace, con la recente istituzione da parte del Comune di Vieste del premio “Maestri di Vita”, conferiranno una targa in tal senso ad Alberto Mieli e al maestro, Matteo Siena, presidente della Società di Storia patria per la Puglia, sezione Gargano, per i suoi grandi meriti di promulgatore della cultura e delle tradizioni di Vieste e del Gargano.

 

 

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni