GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Potenziamento e dragaggio porti, vertice in Regione

154

vieste-area-2013Riunione ieri, in Regione, sullo sviluppo coordinato del Sistema portuale pugliese nell’ambito dell’Area Logistica Integrata di Puglia e Basilicata. Al centro, il potenziamento e il dragaggio dei porti.

La riunione è stata convocata dall’assessore ai Trasporti e Lavori pubblici, Giovanni Giannini. Sono stati invitati tutti i sindaci dei comuni dotati di strutture portuali e i rappresentanti delle autorità portuali di Bari, Brindisi e Manfredonia e la già costituita Autorità di sistema di Taranto. Presenti gli amministratori dei comuni di Castrignano del Capo, Monopoli, Taranto, Manfredonia, Vieste, Mola di Bari, Rodi Garganico, Otranto, Gallipoli, Trani, Barletta, Molfetta, Brindisi.

È stata rappresentata l’intenzione, da parte delle strutture dell’assessorato, di procedere alla pubblicazione di un avviso pubblico di manifestazione di interesse finalizzato alla successiva selezione degli interventi da ammettere a finanziamento. Il tutto, in attesa della approvazione del “Documento di sviluppo e di proposte dell’Area logistica Integrata” previsto dall’accordo di adesione all’Area logistica integrata del Sistema pugliese-lucano.

L’accordo, approvato lo scorso annoe sottoscritto da Ministero dei Trasporti, Agenzia per la coesione, Regione Puglia, Regione Basilicata, Rete ferroviaria italiana e autorità portuali di Bari, Brindisi, Manfredonia, e Taranto, prevede l’istituzione di un Tavolo tecnico partecipato, con l’obiettivo, spiega la Regione, «di definire una strategia operativa coordinata che generi proposte motivate di investimenti attingendo dai fondi di una pluralità di programmi (Por, Pon, Fsc, fondi propri Ap, fondi privati, ecc)».

Lo stesso ente regionale riconosce «la particolare complessità tecnico-giuridica delle materie, come il dragaggio, connesse alla rifunzionalizzazione dei fondali marini». Proprio nella giornata di ieri è, inoltre, entrato in vigore il Regolamento sulle modalità e criteri tecnici per l’autorizzazione all’immersione in mare dei materiali di escavo di fondali marini. Da qui la «piena disponibilità» delle autorità di sistema portuale nelle attività di supporto agli enti locali.

L’assessore Giannini ha espresso «grande soddisfazione per il clima di costruttiva collaborazione istituzionale che si è creato tra i partecipanti all’incontro, ricordando l’impegno della Regione Puglia a garantire immediatamente risorse per 48 milioni di euro con fondi europei per l’aumento di competitività del sistema portuale, con interventi di potenziamento delle infrastrutture e delle attrezzature portuali, il dragaggio dei fondali e la costruzione di specifici sistemi di protezione per mitigare le continue situazioni di perdita di pescaggio dei porti».

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni