GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Blitz dei carabinieri – Anche l’assalto, poi fallito, ad un portavalori tra gli obiettivi dei 19 arrestati

185

blitz-cc-2

Sgominato dai carabinieri un gruppo criminale riconducibile alla malavita garganica, ritenuto responsabile di rapine ed estorsioni, oltre che della pianificazione di un feroce assalto a furgone portavalori, con armi ad alto potenziale di fuoco ed esplosivi.
E’ quanto scoperto dai carabinieri della compagnia di Manfredonia, dopo un anno di serrate indagini coordinati dalla Procura di Foggia: all’alba di oggi, i militari del comando provinciale hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari (11 in carcere altri ai domiciliari) emessa dal G.I.P. di Foggia nei confronti di 19 persone, quasi tutte appartenenti alla malavita garganica. In particolare, nove di questi soggetti sono ritenuti vicini al clan Romito, tra cui il 49enne Mario Luciano, attivo nei territori di Manfredonia e Mattinata, con punte a Vieste, coinvolto nella sanguinosa faida del Gargano. Blitz sul Gargano, 19 arresti per rapine ed estorsioni
„L’operazione è iniziata ad ottobre dello scorso anno, dall’incendio di un’abitazione rurale sul Gargano. Da quelle indagini, i militari hanno raccolto elementi circa un possibile assalto a portavalori programmato a fine novembre 2015. A capo del gruppo vi era uno dei rappresentanti della famiglia Romito. I malviventi avevano meticolosamente pianificato una complessa rapina ai danni di un furgone “Ivri” carico delle tredicesime dei contribuenti garganici: avevano individuavano il luogo dell’assalto (una curva a gomito in località Vignanotica, lungo la Statale 89), controllato che non vi fosse segnale telefonico, definito le modalità d’azione e procurato diverse autovetture.“

Nel corso delle indagini, sono emersi numerosi altri contatti e reati ‘a cascata’ che hanno portato all’arresto degli altri 10 soggetti coinvolti nell’operazione ‘Ariete’.
Nell’ambito dello stesso contesto investigativo, infatti, sono stati raccolti pesanti indizi di colpevolezza a carico di due persone, per una rapina messa a segno ai danni del supermercato ‘Simply’ di Vieste, lo scorso 11 dicembre, per un bottino di 5.000 euro circa. A carico di altri arrestati, poi, sono emerse responsabilità penali per violazioni della sorveglianza speciale, ricettazioni, furti, detenzione illegale di un’arma clandestina e del relativo munizionamento. E’ stato contestato anche un furto aggravato in concorso commesso a Manfredonia quando, nel marzo 2013, sono stati sottratti 300 litri di gasolio da una cisterna del distributore Agip sito sul molo di levante di Manfredonia.
In carcere anche Francesco Pio Gentile, mattinatese di 48 anni , Antonio Quitadamo, 41 anni, di Mattinata, il 28enne Michele Silvestri di Monte Sant’Angelo, il 37enne Luigi Ferro di San Marco in Lamis, il 27enne Andrea Quitadamo di Mattinata (già ai domiciliari per altra causa).
Arrestati anche il 30enne Danilo Pietro Della Malva di Vieste, (già ai domiciliari per altra causa), il 30enne Giovanni Iannoli di Vieste (in carcere per altra causa), il 32enne Hechmi Hadiouch di Vieste (già in carcere per altra causa) e il 50enne Cataldo Coccia di Manfredonia, assistente capo della Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Foggia, accusato di aver fatto recapitare un telefono cellulare al viestano Della Malva, mentre quest’ultimo era in carcere a Foggia. Sono tutti destinatari della misura in carcere.
Ai domiciliari invece il 34enne Pietro La Torre di Manfredonia, il 32enne Antonio Guerra di Manfredonia il 50enne Antonio Del Nobile di Manfredonia, il 45enne Matteo Della Malva di Vieste, il 49enne Giuseppe Trimigno di Manfredonia , il 29enne Antonio Ferrazzano, anche lui di Manfredonia (già ai domiciliari per altra causa), il 43enne Gerardo Curci di Cerignola (già ai domiciliari per altra causa) e, infine, il 46enne Giuseppe Caposeno di Manfredonia (già detenuto in carcere per altra causa). Tre le persone denunciate in stato di libertà in ordine a diverse fattispecie criminose.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni