GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Chiuso il calciomercato, oggi l’Atletico Vieste affronta il Mola

134

atletico-vieste

E’ successo di tutto, nell’ultima settimana, in casa Atletico Vieste. Complici alcune situazioni, finanche clamorose, verificatesi in altri club militanti nel campionato di Eccellenza pugliese, si è riusciti a riportare in organico alcuni pezzi pregiati del collettivo guidato da Franco Cinque, che ora risulta, senza tema di smentite, uno dei più competitivi tra quelli partecipanti alla premier league pugliese. Forse più di quello che, lo scorso hanno, ha sfiorato i play-off.
Così, dopo il ritorno dal San Severo di Matteo Camasta, roccioso difensore già da cinque stagioni nel Vieste, allo Spina ha fatto ritorno anche Matteo Triggiani, validissimo attaccante classe ’92, che lo scorso anno ha fatto vedere cose belle, e rimane una garanzia per mister Cinque che lo ha voluto ancora in squadra. Ma il ritorno più eclatante, se vogliamo, anche perché costituiva la “tessera” mancante del puzzle che staff tecnico e dirigenza sono riusciti a completare, riguarda Angelo Colella, fantasista di centrocampo, indubbiamente di categoria superiore che, nella fase incerta di questo inizio di stagione, aveva optato per il Cerignola, con grande rammarico per i tifosi viestani. Ma le ultime vicende interne a quel club, dopo la sconfitta di giovedì in Coppa Italia ad opera proprio del Vieste, hanno convinto Colella a ritornare a Vieste, ricevendo il benestare della dirigenza dell’Audace Cerignola. Calciatore di grande esperienza e di sicuro affidamento, Colella è senz’altro il più abile metodista della categoria. Estro, geometrie di gioco e buona propensione al goal, specie sui calci piazzati, fanno di lui un giocatore molto apprezzato e ricercato.
Si è così completato il quadro che vede ora tutti i reparti coperti e un’ottima rosa di giocatori a disposizione del tecnico sipontino. Da evidenziare, che uno degli ultimissimi acquisti del Vieste, ha riguardato un giovane trequartista di esperienza. Si tratta di Diego De Vita, classe 95′, brindisino, cresciuto nel Manfredonia Calcio con cui ha messo a segno ben 12 reti in 45 presenze, tra Eccellenza pugliese e Serie D.
Tutti i giocatori, compresi gli ultimi arrivati, saranno a disposizione di mister Franco Cinque per la partita di oggi che vedrà al Riccardo Spina (inizio ore 15.30) il Mola-Noicattaro.
<Senza volerci montare la testa ma con l’umiltà di sempre – afferma il tecnico – ora ci sentiamo un po’ tutti più tranquilli. Sento l’obbligo di ringraziare la dirigenza, in particolare i presidenti Lorenzo Spina Diana, Michele D’Aprile e Michele Prencipe, per il lavoro fatto in questi ultimi giorni assieme con il direttore sportivo, Franco Ciuffreda. Con un organico di tutto rispetto ora a disposizione – aggiunge Cinque – dobbiamo solo metterci a lavorare, recuperare il tempo perduto e prepararci al massimo. Già giovedì, con la partita di Coppa Italia, battendo la corazzata Cerignola, siamo apparsi molto più pronti. Ora il lavoro deve continuare con caparbietà, perché abbiamo tutti gli elementi per fare bene, a cominciare da oggi incontrando il Mola. Fare punti dovrà essere la nostra prerogativa, ma senza assillo>.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni