GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Il Comune di Vieste si costituisce in giudizio contro il ricorso di Mauro Clemente

173

clementeIl Comune di Vieste si difende contro il ricorso presentato al Tar Puglia dall’ex candidato sindaco, Mauro Clemente, inteso ad ottenere l’annullamento delle elezioni amministrative dello scorso 5 giugno.
Con atto di giunta, n. 100 del 31 agosto scorso, l’esecutivo di Palazzo di Città, presieduto dal sindaco, Giuseppe Nobiletti, eletto nella lista civica “Viesteseitu”, vincitrice della competizione elettorale, ha provveduto a nominare il proprio legale di fiducia che rappresenterà l’Amministrazione comunale in sede di giudizio, fissato per il prossimo 8 novembre. La scelta è caduta su un avvocato esterno, poiché quello comunale, nella fattispecie Michele Fusillo,responsabile dell’ufficio legale, ha chiesto di essere esonerato dall’incarico. Nominato, pertanto, l’avvocato Pierluigi Balducci, con studio in Bari alla Via Melo.

Nella deliberazione, la giunta comunale, premesso che “con ricorso elettorale ex art. 130 CPA promosso dinanzi al Tar Puglia di Bari e pedissequo provvedimento presidenziale di fissazione della discussione della causa per il giorno 08.11.2016, notificato al Comune di Vieste il giorno 18.07.2016, i signori Clemente Mauro, Armiento Luigi, Cariglia Rosaria, Marchetti Anna Carolina, Montecalvo Antonio, Notarangelo Francesco, Zaffarano Gaetano, Zaffarano Raffaele e Laprocina Mariapia hanno evocato in giudizio l’Ente per l’annullamento dei provvedimenti di rilascio dei duplicati delle tessere elettorali, di tutte le operazioni delle elezioni tenutesi il 05 giugno 2016; del Verbale delle operazioni dell’Adunanza dei Presidenti delle sezioni del 07.06.2016 e del verbale di proclamazione degli eletti del 07.06.2016 e di ogni altro atto presupposto connesso e consequenziale, ancorchè non citato e/o non conosciuto, ivi compresa la circolare ministeriale n. 50/2001 richiamata in ricorso”; che “è necessario ed opportuna la formale costituzione in giudizio allo scopo di difendere la legittimità dell’operato degli uffici comunali interessati”; che “il Responsabile dell’Ufficio Legale del Comune con nota PEC del 31.08.2016 ha richiesto di astenersi nell’ipotesi di formale costituzione in giudizio”; che “per l’effetto, si deve provvedere alla nomina di un avvocato del libero Foro”; ritenuto necessario “procedere alla formale costituzione nel ricorso elettorale ex art. 130 CPA promosso da Clemente Mauro +8 notificato il 18.07.2016 la cui udienza di discussione è fissata per il giorno 08.11.2016”; ritenuto di “affidare l’incarico all’esterno ed in particolare all’avv. Balducci Pierluigi, con studio in Bari alla Via Melo, dando sin d’ora per rato e valido il suo operato” ha deliberato di “autorizzare la costituzione del Comune di Vieste nel giudizio elettorale art. 130 CPA promosso dinanzi al Tar Puglia di Bari dai signori Clemente Mauro, Armiento Luigi, Cariglia Rosaria, Marchetti Anna Carolina, Montecalvo Antonio, Notarangelo Francesco, Zaffarano Gaetano, Zaffarano Raffaele e Laprocina Mariapia e notificato il giorno 18.07.2016; di affidare l’incarico all’esterno ed in particolare all’Avv. Balducci Pierluigi, con studio in Bari alla Via Melo 114, dando sin d’ora per rato e valido il suo operato;di stabilire che l’incarico dovrà essere formalizzato con la sottoscrizione della convenzione approvata con delibera n.300/2004”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni