GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste – Controlli sulle presenze, il Consiglio comunale approva la modifica al Regolamento sull’imposta di soggiorno

101
?
?

Con il voto contrario delle opposizioni (tre della lista “Clemente Si!” e due del gruppo misto) e quello favorevole della maggioranza (assente il sindaco, perché impegnato fuori sede), il Consiglio comunale di Vieste ha approvato una modifica al Regolamento sull’imposta di soggiorno. Si tratta, in pratica, della sostituzione del vecchio articolo 5 inerent gli obblighi di comunicazione dei dati sulle presenze e versamenti dell’imposta riscossa.
Nel corso del lungo dibattito, seguito alla relazione sull’argomento da parte dell’assessora al Turismo, Rossella Falcone, i gruppi di opposizione hanno motivato il loro voto contrario. In particolare, i rappresentanti del gruppo della lista Clemente, Marchetti e Montecalvo, hanno sostenuto che si tratta di una modifica strumentale e priva di fondamento, alquanto inutile in un periodo di grande lavoro per le aziende turistiche, che andava fatta, eventualmente, dopo l’estate. Nella dichiarazione di voto, Clemente si è detto in ogni caso disponibile a modifiche sostanziali del regolamento e si è augurato che l’Amministrazione comunale coinvolga maggiormente le opposizioni in tale contesto. Se non perverranno proposte dalla maggioranza – ha ancora detto Clemente – saremo noi a proporre le modifiche necessarie.
Dello stesso avviso Giuffreda e Rosiello del gruppo misto. Rosiello, in particolare, ha contestato la tempistica con cui s’è voluto ad ogni costo apportare la modifica al regolamento, in un periodo del tutto inidoneo e di carico di lavoro per le imprese turistiche. Sarebbe stato meglio evitare tanta fretta, e dar vita ad una discussione più serena e coinvolgente le varie realtà imprenditoriali turistiche della nostra città, rimandando il tutto dopo l’estate, anche perché così agendo si creeranno non pochi problemi alle aziende. Anche Rosiello, in ogni caso, ha auspicato un confronto più ampio, per rivedere l’intero impianto dell’imposta di soggiorno, dopo i primi cinque anni di sperimentazione.

Dal canto suo, l’assessora al Turismo, Falcone, ha difeso il lavoro svolto, assieme al consigliere incaricato alla Trasparenza, Sandro Siena, che consentirà, in modo semplice, di tenere sotto controllo la situazione relativa alle presenze turistiche, che potranno essere monitorate giorno per giorno consentendo, in tal modo, di disporre i relativi controlli. Falcone ha anche evidenziato che il nuovo sistema di comunicazione, attraverso il sito istituzionale del Comune, è stato realizzato a costo zero per l’Amministrazione comunale, grazie ad accordi intervenuti con i gestori dei software regionale e comunale.
Come detto, la modifica è passata con gli undici voti favorevoli della maggioranza e i cinque contrari della minoranza.
Di seguito, il nuovo articolo 5 del Regolamento sull’Imposta di soggiorno approvato dal Consiglio comunale.

Art.5: “OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE E VERSAMENTI”
1.Il gestore della struttura ricettiva ha l’obbligo di informare i propri ospiti dell’applicazione, dell’entità e delle esenzioni dell’imposta di soggiorno, in appositi spazi.
2.Il gestore della struttura ricettiva comunica all’Ufficio Tributi del Comune, entro il 31 gennaio di ogni anno, il numero di coloro che hanno pernottato nel corso dell’anno precedente, con distinta indicazione di quello degli aventi diritto alle esenzioni previste di cui all’art. 3 del presente regolamento nonché il relativo periodo di permanenza.
3. Si istituisce il Registro Giornaliero delle Presenze come da allegato tecnico disponibile sul sito del Comune di Vieste. Tale registro dovrà contenere le informazioni relative ad arrivi, presenze e partenze degli ospiti; il report è in formato digitale ed adotta la struttura prevista dalla funzionalità gestionale denominata “Registro Giornaliero” presente nel sistema S.P.O.T. (Sistema Puglia Osservatorio Turistico).
I gestori delle strutture ricettive hanno l’obbligo di trasmettere quotidianamente il Registro Giornaliero delle Presenze entro le 24 ore successive alla partenza e all’arrivo di uno o più ospiti, per monitorare e calcolare giornalmente gli importi che saranno disponibili nelle casse comunali al fine di agevolare la programmazione del reinvestimento delle somme stesse. Non è richiesto l’invio del Registro Giornaliero delle Presenze qualora non ci siano arrivi o partenze in quel giorno. La trasmissione deve avvenire tramite il link “Imposta di soggiorno” presente sulla Home page del sito ufficiale del Comune di Vieste ( www.comune.vieste.fg.it).
3bis. Quanto previsto dall’art. 5 andrà in vigore a partire dal 01.08.2016.
Prima di tale data la modalità di comunicazione e di versamento delle somme dovute a titolo di imposta di soggiorno relativamente ai mesi di giugno e luglio 2016 dovrà avvenire seguendo le direttive previste antecedentemente alle modifiche apportate al presente regolamento dal Commissario Prefettizio con delibera n.19 del 19.05.2016. Pertanto entro 20 giorni successivi alla fine dei mesi di giugno e luglio 2016 il gestore della struttura ricettiva comunica al Comune il numero di coloro che hanno pernottato nel corso del mese precedente, unitamente al relativo periodo di permanenza. Le somme riscosse a titolo di imposta dalla struttura nel corso dei sopracitati mesi devono essere versate entro il giorno 20 del mese successivo.
4.Il sostituto d’imposta provvede a richiedere ai soggetti di cui all’art.2, il pagamento dell’imposta nella misura dovuta, dietro rilascio di quietanza con la dicitura: “ assolta imposta di soggiorno”.
5. “I gestori delle strutture ricettive sono altresì obbligati a segnalare, congiuntamente alla dichiarazione di cui ai precedenti commi 2 e 3, le generalità dei soggetti passivi inadempienti mediante appositi modelli, predisposti dal Comune, di dichiarazione di omesso versamento dell’imposta di soggiorno da compilarsi a cura dell’ospite della struttura ricettiva o a cura del gestore della struttura ricettiva. L’adempimento di cui al presente comma può avvenire anche senza il consenso espresso dall’interessato, come prescritto dall’art. 24, comma 1, lettera a) del D.Lgs. n. 193/2003 ( Codice in materia di protezione dei dati);
6.I gestori delle strutture ricettive hanno l’obbligo di conservare per cinque anni le dichiarazioni rilasciate dal cliente per l’esenzione dell’imposta di soggiorno, al fine di rendere possibili i controlli tributari da parte del Comune di Vieste, nonché tutta la documentazione necessaria per eventuali futuri controlli.
7.Le somme riscosse a titolo d’imposta dalla struttura nel corso di ciascun mese solare, devono essere versate entro il giorno 5 del mese successivo unitamente alla comunicazione di cui al comma
8.Il versamento delle somme di cui sopra, deve avvenire con le seguenti modalità:
a. Mediante bollettino postale
b. Mediante bonifico bancario

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni