GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Vieste sceglie il suo nuovo sindaco, si vota fino alle 23:00

86

Stemma comune vieste2Cinque candidati sindaci e settantotto candidati consiglieri comunali per diciassette scranni a disposizione.
Sono questi i numeri delle elezioni amministrative di Vieste dove oggi si va al voto per eleggere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale. Scadenza di mandato quasi naturale per il comune garganico, perché anticipata di un paio di mesi a causa, come forse si ricorderà, della caduta della giunta guidata dalla forzista Ersilia Nobile, prodotta dalle contestuali dimissioni di nove consiglieri comunali, che hanno poi portato alla nomina del commissario prefettizio, nella persona di Sergio Mazzia. Una morte lenta, quella della seconda giunta Nobile, che negli ultimi mesi aveva perduto, uno dopo l’altro, importanti componenti della giunta, fino alle dimissioni generali.
Ora sono in cinque a contendersi lo scranno più alto di “Palazzo Fazzini”. Si tratta di tre liste civiche e di due con simbolo di raggruppamenti nazionali, vale a dire “Movimento Cinque Stelle” e “Noi con Salvini”. La prima delle tre liste civiche ad essere ufficializzata è stata “Futura”, con candidato sindaco l’ex assessore al Bilancio e Turismo, Nicola Rosiello. Una lista su cui s’è molto discusso poiché ha sancito, in qualche modo, una alleanza fra una parte di Forza Italia ed una parte del Pd. Circostanza questa che, probabilmente, è all’origine della creazione di altre liste, almeno di quella che vede quale candidato sindaco Mauro Clemente (lista civica “Clemente sindaco Si!”) nella quale sono confluiti anche alcuni ex assessori della decaduta giunta Nobile, per l’esattezza i due Zaffarano (Gaetano e Raffaele), e l’ultimo vice sindaco, Francesco Notarangelo.

Ma la creazione di “Futura” ha anche generato la divisione nel Pd, amplificata a livello regionale, tanto che alcuni esponenti dell’area più conservatrice, hanno preferito confluire nella terza lista civica in competizione, quella denominata “Viesteseitu”, con candidato sindaco un giovane alla sua primissima esperienza politica, l’avvocato Giuseppe Nobiletti. Lista, quest’ultima, in netta contrapposizione con le altre due, formata per la gran parte da giovani e sostenuta da una importante fetta dell’imprenditoria turistica locale.
Poi, come si diceva, le altre due liste con riferimenti nazionali. In particolare quella col simbolo del “Movimento Cinque Stelle”, regolarmente “certificata” dalla direzione centrale, che vede candidata sindaco l’avvocato Mariateresa Bevilacqua, in corsa anche alle scorse regionali con un lusinghiero successo. I pentastellati, provenienti da un lungo percorso preparatorio alle comunali, nonostante qualche “lesione” interna, si sono proposti come l’unica alternativa alle passate gestioni della cosa pubblica viestana.
Infine, la novità di questa tornata elettorale comunale, la presentazione della lista “Noi con Salvini”, con candidato sindaco il musicista Michele Lorusso, il quale, dopo una esperienza al nord-est, è ritornato a Vieste dove si augura, con la sua squadra, di poter mettere a frutto le conoscenze acquisite anche dal punto di vista amministrativo.

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni