GarganoTv
L'informazione sempre a portata di mano

Ancora polemiche nel Pd, Gentile interviene sulla minaccia di espulsione di Prudente e Clemente

87

GENTILE1L’europarlamentare Pd Elena Gentile e il segretario PD di Foggia, Mariano Rauseo, intervengono nella diatriba in corso nel Pd viestano con tanto di scomunica e minaccia di espulsione da parte della responsabile organizzativa, Lia Azzarone, nei confronti di Clemente e Prudente, rei di fare campagna alternativa al Pd col simbolo del partito.
” La titolarità e la gestione del simbolo del PD appartengono al Segretario Nazionale e, su sua delega, a quelli regionali e provinciali. A nessun altro. Basterebbe questo – lo diciamo pubblicamente a tutti e a tutte coloro che ci stanno tempestando di telefonate – per bollare perlomeno di incompetenza (nel senso di assenza di potere) i risibili anatemi della responsabile organizzazione PD Capitanata nei confronti delle delicate vicende del PD di Vieste.

Ma c’è dell’altro. Scelte di assoluta delicatezza politica, come quelle relative alle elezioni amministrative a Vieste e/o in altre realtà territoriali di questa provincia – dice Elena Gentile – competono al Comitato di reggenza e alla Direzione provinciale, non a singoli dirigenti in contesti altri dalla collegialità degli organismi.
Consideriamo per quello che sono, dunque, gli improvvisati “Torquemada de noialtri”. E concentriamoci su cose più importanti, come le fughe in avanti senza legittimazione politica.
Rispetto alle quali – conclude la nota- si convochino al più presto Comitato di reggenza e Direzione Provinciale. E, nelle more, si ponga un freno a fughe in avanti e iniziative estemporanee. Fatte, in ogni caso, non anche nel nostro nome”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Si, accetto" acconsenti all’uso dei cookie. SI, ACCETTO Maggiori informazioni